Giacomo Nizzolo © Giro d'Italia
Giacomo Nizzolo © Giro d'Italia

Nizzolo: “Il trucco? Puntare al secondo posto…”. Bernal: “Domani sarà battaglia”

Finalmente Jack. Dopo undici secondi posti, la vittoria: comprensibile la gioia di Giacomo Nizzolo (Qhubeka Assos). “Ho detto che l’obiettivo di oggi era il secondo posto? Era un trucco, focalizzarsi sulla seconda posizione per riuscire a vincere – ha detto il campione europeo e italiano alla Rai – L’obiettivo oggi era fare la volata: ai 500 metri ero un pò chiuso, ho deciso di prendere vento piuttosto che rimanere coperto. Sono felicissimo”.

Si è riposato, invece, la maglia rosa Egan Bernal (Ineos Grenadiers). “Oggi, finalmente, una tappa tranquilla, le scorse sono state dure – ha detto alla Rai il colombiano – Il gruppo ha riposato un pò, ci voleva. Noi siamo rimasti a ruota di chi ha fatto lo sprint. Domani sarà una tappa durissima. Mi piace il percorso di questo Giro, ci sono tappe e salite lunghe, è abbastanza duro. Da adesso in poi ci saranno frazioni che faranno la differenza, anche domani secondo me verrà fuori una bella battaglia”.

“Come previsto, oggi siamo arrivati in volata – ha detto Max Kanter, ottavo al traguardo, ai canali del Team Dsm – Abbiamo cercato di rilassarci un pò per tutta la giornata, poi quando siamo arrivati alla fine volevamo essere pronti. Penso che oggi siamo riusciti a fare un buon miglioramento, rispetto ai primi sprint. Ero nel mezzo, ma ho esitato un po ‘troppo a lungo e poi lo slancio è sparito. Ero un pò bloccato e poi ho potuto iniziare il mio sprint per prendere l’ottavo posto. È un buon risultato”

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile