Phil Bauhaus vince in Slovenia © Sportida
Phil Bauhaus vince in Slovenia © Sportida

Tour of Slovenia, la volata iniziale è di Phil Bauhaus. Quinto Matteo Malucelli

Prosegue il momento d’oro per la Bahrain Victorious: la formazione asiatica esulta nella prima giornata di gara nell’altra “patria”, vista la provenienza di buona parte della dirigenza. Oggi, al Tour of Slovenia, la compagine World Tour si è incaricata di tenere a bada la fuga nella Ptuj-Rogaska Slatina di 151.5 km, portando poi il velocista nella miglior posizione di sparo.

E lui, il tedesco Phil Bauhaus, ha rispettato le attese. Il possente sprinter si è aggiudicato il successo con una volata imperiale. Per il ventiseienne è il quarto centro stagionale, dopo la tappa al Tour de la Provence e le due al Tour de Hongrie. Sul podio di giornata salgono lo spagnolo Jon Aberasturi (Caja Rural-Seguros RGA) e il portoghese Rui Oliveira (UAE Team Emirates).

Completano la top ten il polacco Stanislaw Aniolkowski (Bingoal Pauwels Sauces WB), il romagnolo Matteo Malucelli (Androni Giocattoli-Sidermec), l’australiano Alex Edmondson (Team BikeExchange), il polacco Alan Banaszek (Mazowsze Serce Polski), il neozelandese Ryan Christensen (Canyon DHB Sungod), il britannico Matthew Bostock (Canyon DHB Sungod) e lo spagnolo Mikel Alonso (Euskaltel-Euskadi).

Domani tappa importante, la Zalec-Celje di 147 km, con la salita di Svetina (5.6 km al 7.1%) che si conclude a 19 km dal termine. Il traguardo, per altro, si trova su una breve ma insidiosa rampa di 2 km attorno al 7%. Quale occasione migliore, dunque, per vedere Tadej Pogacar esultare davanti ai propri tifosi?

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile