I Campionati Europei su pista si disputeranno in Svizzera
I Campionati Europei su pista si disputeranno in Svizzera

Ritorno in Svizzera: gli Europei su pista si disputeranno a ottobre a Grenchen

Il velodromo svizzero di Grenchen ospiterà dal 5 al 9 ottobre i Campionati europei élite su pista. Già sede della rassegna 2015, la struttura svizzera si prepara ad accogliere di nuovo l’evento continentale che vedrà la partecipazione di oltre 300 corridori provenienti da 25 paesi per cinque giorni di gare e dove saranno assegnati 22 titoli, equamente divisi per sesso.

I Campionati europei élite su pista si sarebbero dovuti svolgere dal 23 al 27 giugno nel velodromo di Minsk. A maggio, però diverse federazioni nazionali, a cominciare da Germania e Gran Bretagna, avevano annunciato la loro assenza in caso di mantenimento nella capitale bielorussa della rassegna.

Il consiglio direttivo dell’Unione europea di ciclismo (UEC) aveva deciso, alla luce della situazione internazionale, di annullare la manifestazione. La Bielorussia è da tempo interessata da una complessa situazione interna e a maggio si era registrato il dirottamento del volo Atene-Vilnius da parte delle forze di sicurezza bielorusse per operare l’arresto del giornalista di opposizione Roman Protasevich.

Tornando alla nuova sede della rassegna continentale, così si è espresso Enrico Della Casa, presidente dell’Union Européenne de Cyclisme: «Siamo felici di tornare a Grenchen con uno degli eventi più importanti del nostro calendario e lo faremo con entusiasmo. Nelle ultime settimane abbiamo avuto vari contatti con alcune federazioni nazionali per spostare i Campionati, in particolare la Lituania che ha espresso interesse e soprattutto un grande potenziale per lo sviluppo del ciclismo su pista».

Così invece Thomas Peter, direttore generale di Swiss Cycling: «I Campionati Europei sono una competizione importante nel calendario degli specialisti su pista. Siamo felici di essere stati in grado di trovare una soluzione insieme all’UEC e al Tissot Velodrome per dare ai corridori l’opportunità di competere in questo evento in Svizzera».

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile