Vittoria Bussi dopo il Record dell'Ora stabilito nel 2018 © VittoriaBussi.it
Donne Élite

Vittoria Bussi, crowdfunding per tentare il Record dell'Ora

La cronogirl romana ha lanciato una raccolta fondi per mettere insieme il budget necessario a provare a riprendersi il primato che già fu suo tra il 2018 e il 2021. Ci proverà a Grenchen o in America Latina? Dipenderà... dai soldi

02.01.2023 19:29

60mila euro, mille per ogni minuto di gara: è questo il budget che Vittoria Bussi, 35enne eccellente cronogirl del panorama italiano e internazionale, dovrebbe mettere sul tavolo per inseguire il sogno di riprendersi il Record dell'Ora femminile, appartenutole già per tre anni dal 2018 al 2021. 48,007 fu il chilometraggio che coprì ad Aguascalientes il 13 settembre di quattro anni fa, prima donna a infrangere il muro dei 48 orari; poi nel 2021 la britannica Joscelin Lowden spostò il limite a 48,405, e il 23 maggio del 2022 fu la neerlandese Ellen van Dijk a fissare il nuovo primato a quota 49,254, sulla pista di Grenchen che successivamente avrebbe visto l'impresa - al maschile - di Filippo Ganna.

Ora Vittoria vuole rilanciare, ma ci sono dei problemi di una certa rilevanza, come la stessa atleta romana ha confessato nei giorni scorsi in un'intervista alla Gazzetta dello Sport: per il suo progetto, chiamato Road2Record e che lei stessa definisce “visionario”, non si nasconde l'idea di puntare ad abbattere il muro dei 50 km, ma tra il dire e il fare ci sono di mezzo molti soldi. Quelli necessari per affittare un velodromo, 30mila euro per un giorno a Grenchen, altrettanti per gli altri obblighi (commissari UCI, antidoping e non solo), un'impresa per perseguire la quale Bussi ha lanciato un crowdfunding su GoFundMe (questo il link per partecipare).

In base a come andrà la raccolta fondi (obiettivo attualmente fissato: 10mila euro), la cronogirl laziale deciderà se optare per Grenchen o, più probabilmente, per il Messico (sarebbe un ritorno sul luogo del suo primo Record) o per altri velodromi dell'America Latina, decisamente più economici dell'ipotesi elvetica. Di sicuro a Vittoria - laurea in matematica e dottorato a Oxford prima di fare la ciclista - non manca una determinazione ferrea: e c'è da scommettere che, in un modo o nell'altro, riuscirà davvero a mettere nel mirino la difficile quanto affascinante impresa.

Le squadre 2023: AG2R Citroën Team
Tom Pidcock rinuncia ai Mondiali: a Hoogerheide sarà di nuovo WVA vs MVDP