Torstein Træen, vincitore della quarta tappa del Tour de Suisse © Getty Images
Professionisti

Tour de Suisse 2024, Træen: "Questa vittoria è per Gino Mäder"

Le parole dei protagonisti della quarta frazione della corsa in terra svizzera: Adam Yates rivela le sue paure sul pavé, Oscar Onley fiducioso

12.06.2024 18:14

La quarta frazione del Tour de Suisse 2024 si è conclusa con l'arrivo della fuga sul Passo del San Gottardo e il successo di Torstein Træen (Bahrain-Victorious), unico tra i battistrada a resistere al ritorno insistente e prepotente di Adam Yates (UAE Team Emirates), nuova maglia gialla della corsa a tappe in terra svizzera.

Lo striscione che la Bahrain-Victorious ha srotolato in memoria di Gino Mäder © Bahrain-Victorious
Lo striscione che la Bahrain-Victorious ha srotolato in memoria di Gino Mäder © Bahrain-Victorious

Torstein Træen: “Non riesco a credere di aver vinto, non mi sentivo una buona gamba”

Ad essere sincero non riesco ancora a credere di aver vinto. Ieri il medico è venuto nella mia camera d'albergo e mi ha chiesto come stavo. Gli ho detto che stavo bene, ma che semplicemente non mi sentivo una buona gamba. Questa è la montagna di Gino, abbiamo corso per Gino, quindi è stata davvero speciale. Significa molto per me. Anche se non eravamo compagni di squadra eravamo colleghi, quindi mi manca ancora. Questa vittoria quindi è ancora più speciale per la squadra. È bello vincere in un giorno in cui c'è anche sua madre”.

Adam Yates: “Sul pavé non mi sentivo sicuro, ma sto bene”

“Sarebbe stato bello se nessuno fosse stato davanti, avevo buone gambe. Semplicemente  non mi sentivo sicuro sul pavé, non è una bella sensazione a causa dei rimbalzi, ma le gambe sono buone e anche la squadra sta bene. Tutto sommato è stata una buona giornata. Mi sentivo bene e se è così devi cogliere l'occasione. Domani potrebbe essere diverso, ecco perché ho voluto provare ad attaccare”.

Mattias Skjelmose: “Sarà difficile togliere la maglia a Yates”

Volevamo controllare la corsa perché la squadra aveva fiducia in me. Ma durante la salita finale l'UAE Team Emirates ha deciso di mettersi davanti e Adam Yates ha attaccato. Avevo buone gambe e potevo seguirlo da lontano, sono contento di questo. Ho provato a seguire il suo attacco, ma se è nella sua forma da Tour de France sono felice di finire a soli 25” da lui. Da oggi è il leader ed è chiaramente in buona forma. Sarà difficile togliergli la maglia, ma ce la faremo".

Oscar Onley: “Ho fatto un paio di errori, ma è un buon inizio”

I ragazzi hanno fatto anche oggi un ottimo lavoro proteggendomi durante tutta la tappa. Durante la salita Frank van den Broek mi ha riportato sul treno dell'UAE Team Emirates, mentre hanno iniziato ad aumentare il ritmo che era perfetto. Ho fatto un paio di errori, ma credo che sia un buon inizio e qualcosa su cui costruire per il resto della settimana”.

 

Giro d'Italia Women 2024 - Analisi del percorso
Dylan Groenewegen al fotofinish nella prima tappa del Giro di Slovenia