Westra e Nibali al Tour 2014 © cyclingnews.com/Getty Images
Professionisti

La terra ti sia Lieuwe

Vincenzo Nibali ricorda il suo ex compagno di squadra Lieuwe Westra sulle pagine della Gazzetta della Sport

17.01.2023 15:38

Sono passati pochi giorni dalla prematura scomparsa di Lieuwe Westra ed il ricordo dello sfortunato ciclista olandese è ancora vivido, oltre che tra gli appassionati di ciclismo, tra gli stessi colleghi ed ex-colleghi che ne hanno condiviso allenamenti, corse ed anche camere d’albergo. Tra gli omaggi più sentiti nei suoi confronti non poteva mancare quello di Vincenzo Nibali, che fu compagno di squadra di Westra all’Astana nel 2014, anno in cui il siciliano trionfò al Tour de France. 

Nella quinta tappa, quella del pavè, segnata dal maltempo e nella quale si attraversavano diversi tratti che caratterizzano la Parigi-Roubaix, Westra era tra i fuggitivi della prima ora e nelle fasi calde della corsa diede un grosso contributo a Nibali, che vestiva la maglia gialla per il quarto giorno consecutivo dopo la vittoria nella seconda tappa da York a Sheffield. 

L’olandese guidò sia Nibali che il co-capitano Jakob Fuglsang tra le insidie di quei tratti in pavè, salvo poi staccarsi negli ultimi km di una tappa che avrebbe visto il trionfo di Lars Boom (Team Belkin-Pro Cycling Team) che vinse con 19 secondi di vantaggio su Fuglsang e Nibali, il quale rimase saldamente in maglia gialla vedendo alcuni potenziali avversari arrancare nelle retrovie e giungere stremati ed in ritardo sul traguardo di Arenberg Porte du Hainaut .

In una rubrica della Gazzetta dello Sport Nibali rende così omaggio a Westra ricordandolo come “un bravo ragazzo che viveva per la bici”. Il siciliano apprezzava le sue qualità e ricorda il suo prezioso ruolo da gregario, pur svelando nelle sue parole quel carattere un po’ introverso che lo contraddistingueva: “Non parlava molto, ma sapeva esattamente come muoversi nel gruppo. Non parlare la stessa lingua non è stato un grosso problema, ci siamo capiti”. Nibali è stato informato della morte di Westra da Enrico Gasparotto, anche lui ex compagno di squadra all’Astana ed attuale direttore sportivo della BORA -Hansgrohe. “Non avevo sue notizie negli ultimi anni, ma la sua morte mi ha riempito il cuore di tristezza, tanta tristezza” ha scritto Nibali in un ultimo pensiero rivolto a Westra.

Magari fosse l'anno zero per il ciclismo italiano!
Ewan sorride al 2023 dopo l'arrivo in squadra di Guarnieri