Caleb Ewan con la maglia della Lotto Dstny © Lotto Dstny
Professionisti

Ewan sorride al 2023 dopo l'arrivo in squadra di Guarnieri

Caleb Ewan si prepara alla sua prima stagione nel circuito professional, fiducioso di fare meglio dello scorso anno anche grazie al supporto del neoacquisto Jacopo Guarnieri

17.01.2023 16:08

Il 2023 non poteva iniziare meglio per Ewan: lo sprinter di Sydney ha fatto suo il criterium di apertura del Tour Down Under, la Schwalbe Classic, per la quinta volta nelle ultime sei edizioni, ed è pronto a trovare la sua prima vittoria ufficiale in stagione al Tour Down Under. La corsa lo vedrà al via con la divisa della selezione australiana e non con quella della Lotto Dstny, che ha rifiutato l'invito obbligatorio. Ewan si è detto fiducioso e impaziente di iniziare la nuova stagione con la squadra belga, che è stata protagonista di una serie di acquisti interessanti al termine del 2022. Su tutti, spicca il nome di Jacopo Guarnieri, che dopo sette anni alla corte di Marc Madiot a supporto di Arnaud Démare ha deciso di sposare la causa della Lotto Dstny.

"L'impatto di Guarnieri sulla squadra sarà certamente positivo, così come quello sul nostro treno, che acquista un corridore d'esperienza. Grazie a Guarnieri saremo capaci di organizzarci al meglio”, ha affermato Ewan, che quest'anno andrà a caccia di una vittoria al Tour de France e cercherà di conquistare la Milano-Sanremo dopo due secondi posti nelle ultime cinque edizioni. Il supporto di Guarnieri sarà cruciale al Tour de France, dove l'australiano, che spesso ha patito l'assenza di un ultimo uomo al pari di quelli dei suoi avversari, partirà con qualche certezza in più.

Ewan ha speso buone parole anche su Arnaud De Lie, l'altro sprinter di punta della squadra, che dopo un 2022 al di sopra delle aspettative cercherà di confermarsi come uno dei corridori da tenere d'occhio nelle classiche del nord, ma sarà anche al fianco di Ewan in corse come la Milano-Sanremo. “Avere due leader è sempre una buona cosa: quando c'è un solo capitano può succedere qualsiasi cosa ed è difficile cambiare tattica da un momento all'altro. Sono ottimista sulla sua presenza in squadra, possiamo lavorare bene insieme", ha concluso l'australiano.

Magari fosse l'anno zero per il ciclismo italiano!
Colpaccio Astana, ingaggiato Mark Cavendish