Cav con la maglia di campione nazionale britannico © Astana Qazaqstan Team
Professionisti

Colpaccio Astana, ingaggiato Mark Cavendish

Dopo l'esperienza alla Quick-Step e il fallimento della B&B Hotels-KTM il campione britannico trova posto per il 2023 nella squadra kazaka. Il grande obiettivo è la trentacinquesima vittoria al Tour

17.01.2023 18:34

La rinascita del 2021 alla corte di Lefevere e l'infortunio dell'allora sprinter principale del Wolfpack Sam Bennett avevano fatto rinascere in Mark Cavendish la fiamma per andare a caccia dell'ultimo traguardo ambitissimo della carriera del velocista mannese: il record di successi parziali al Tour de France; 34 vittorie di tappa, primato che ora vanta in coabitazione con un certo Eddy Merkcx. Una volta raggiunto il belga, Cav non ha mai nascosto il desiderio di superarlo, ma non ha trovato in Quick-Step qualcuno che lo assecondasse in questa sua ricerca della trentacinquesima perla e allora si è trovato nella delicata situazione di cercare una nuova squadra, sfida mai semplice per un uomo-jet di trentasette primavere. Jérôme Pineau, general manager della B&B Hotels-KTM, gli aveva accordato fiducia per la Grande Boucle del 2023, ma in seguito al rapido declino della squadra francese Cavendish è stato costretto a ricominciare la sua ricerca da zero, con però molte compagini che nel frattempo avevano già concluso il mercato, rendendogli la vita ancor più complicata.

Già da qualche settimana tuttavia si vociferava dell'interesse da parte dell'Astana Qazaqstan Team di Alexandr Vinokurov per lo sprinter britannico (e per il neerlandese Cees Bol, non ancora ufficializzato), ma l'annuncio dell'ingaggio per il 2023 è giunto solamente nella giornata odierna. “Sono davvero entusiasta di questa avventura - le parole di Cavendish riportate sul sito della squadra - l'Astana Qazaqstan Team sarà un ottimo posto per avere successo. Ho già goduto di una lunga carriera, ma la felicità di guidare la mia bici e la fame di vittoria sono più intense che mai; quindi non vedo l'ora di far parte di una squadra di successo, lavorando per le vittorie, mie o degli altri. Come sempre, per noi l'obiettivo sarà salire sul gradino più alto del podio”. Il calendario 2023 del velocista mannese non è ancora noto ma il fulcro della sua stagione sarà senza dubbio il Tour de France (1-23 luglio).

Magari fosse l'anno zero per il ciclismo italiano!
Dal babau delle cadute al Bauhaus della volata