Tom Dumoulin © BDC Mag
Professionisti

Dumoulin, I Wanty You!

Tom Dumoulin ha appeso la bici al chiodo al termine del 2022. Ma per lui si aprirebbero le porte per una collaborazione con l’Intermarché Circus Wanty

04.01.2023 17:38

“Il serbatoio è vuoto”. Tutti gli appassionati di ciclismo appresero lo scorso Ferragosto, nelle parole di Tom Dumoulin affidate ad un post sui canali social, la decisione del ciclista olandese di rinunciare ai Mondiali australiani e di appendere definitivamente la bici al chiodo al termine del 2022. A 32 anni Dumoulin sentiva di non poter più ripercorrere gli anni migliori della sua carriera, compresi tra il 2015 ed il 2018. Furono davvero quattro anni intensi e pieni di soddisfazioni per la Farfalla di Maastricht, culminati con la vittoria del Giro d’Italia 2017 e con la medaglia d’oro nella prova a cronometro dei Campionati del Mondo di Bergen. Ed anche il 2018 ce lo ricordiamo bene, quando provando a ripercorrere le gesta di Pantani rischiò di fare la doppietta Giro-Tour nello stesso anno, terminando secondo in entrambe le corse, battuto al Giro da Chris Froome ed al Tour da Geraint Thomas. 

La carriera ad alti livelli di Dumoulin si concluse praticamente il 15 maggio 2019, quando si ritirò durante la quinta tappa della corsa rosa da Frascati a Terracina a causa di una brutta ferita al ginocchio sinistro riportata nella caduta del giorno prima nel finale della tappa di Frascati. Il suo 2019 finì lì, nonostante la partecipazione al successivo Criterium del Delfinato dove comunque non prese il via nella settima ed ultima tappa. Terminata l’esperienza alla Sunweb, dove aveva ottenuto i suoi migliori risultati, negli ultimi tre anni Dumoulin ha provato in tutti i modi a tornare ai livelli che gli competevano con la Jumbo-Visma e con dedizione ed amore per il ciclismo ha comunque ottenuto un onorevole settimo posto al Tour de France 2020 e la medaglia d’argento nella prova a cronometro delle Olimpiadi di Tokyo del 2021, anno anche questo abbastanza travagliato per colpa di una frattura al polso. 

L’ultimo acuto della sua carriera è stato un secondo posto ai Campionati Olandesi a cronometro, dopo l’ultima partecipazione ad un GT, il Giro d’Italia 2022, quando si ritirava nella quattordicesima tappa da Santena a Torino, ormai lontano parente dell’uomo da GT che fu. Considerando che la sua ultima apparizione in una corsa ciclistica è datata 30 luglio 2022 alla Classica di San Sebastian, possiamo comprendere e quasi toccare con mano lo stato d’animo che ha portato alla successiva dichiarazione estiva con cui Dumoulin manifestava la volontà di lasciare il ciclismo pedalato prima del tempo.

Ma se è vero che la lingua batte dove il dente duole, nelle parole di Aike Visbeek, team manager dell’Intermarché Circus Wanty, troviamo una speranza di rilancio per Dumoulin. In un’intervista al portale olandese WielerFlits, Visbeek apre le porte ad una prossima futura collaborazione con l’ex campione olandese, contando sulla sua riconosciuta esperienza nelle prove a cronometro, specialità in cui la squadra belga non eccelle e per cui Dumoulin “sarebbe più di un semplice collaboratore”.

A corollario di questa affermazione e basandoci su un orizzonte temporale recente, basti pensare che dei 29 ciclisti attualmente in rosa all'Intermarchè, nel 2022 il miglior risultato in una tappa a cronometro individuale di un GT è stato colto da Louis Meintjes al Tour, quando concluse in ventiquattresima posizione nella prima tappa di Copenhagen.

I benefici per l'Intermarchè sarebbe quindi da presumere positivamente, anche perchè i risultati di Dumoulin nelle corse contro il tempo parlano chiaro. Oltre al titolo iridato di Bergen nel 2017, il ciclista olandese può contare un secondo posto ai Mondiali di Innsbruck nel 2018 e ben due argenti olimpici, a Rio de Janeiro nel 2016 e come già detto a Tokyo nel 2021. Inoltre delle nove tappe vinte nei GT, ben sette sono state vinte correndo contro il tempo e precisamente tre al Giro, due al Tour e due alla Vuelta.

Visbeek ha già parlato a quattrocchi con Dumoulin, confrontandosi sulle esigenze della squadra e rispettando comunque le sue decisioni, visto che per lui sarebbe in ballo anche il ruolo di opinionista televisivo. Nelle parole del team manager traspare l'ammirazione ed il rispetto per l'ex campione quando dice che “al momento ci sono altre cose con cui Tom deve fare i conti. Deve prima trovare un buon equilibrio per se stesso e poi considerare con calma cosa vuole fare”. All’alba della nuova stagione ciclistica, sembra vicina un’altra alba anche per Tom Dumoulin.

Le squadre 2023: AG2R Citroën Team
Vittoria Bussi, crowdfunding per tentare il Record dell'Ora