Jonas Vingegaard e Tadej Pogacar si danno la mano a Le Lioran © UAE Team Emirates
Professionisti

Pogačar: "Io e Vingegaard siamo alla pari, ora è una lotta leale"

Le dichiarazioni dei protagonisti dell'undicesima tappa del Tour de France 2024: Evenepoel non fa drammi, Almeida riconosce la forza di Vingegaard

10.07.2024 19:01

Le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti dell'undicesima tappa del Tour de France 2024, vinta da Jonas Vingegaard su Tadej Pogačar e Remco Evenepoel. Lo sloveno conserva ancora più di un minuto di vantaggio sul suo primo inseguitore.

Jonas Vingegaard incredulo, ha battuto Tadej Pogacar a Le Lioran © Visma-Lease a Bike
Jonas Vingegaard incredulo, ha battuto Tadej Pogacar a Le Lioran © Visma-Lease a Bike

Pogačar: “È stata una giornata molto positiva”

È stata una giornata molto bella, la nostra squadra ha lavorato molto bene. Durante la prima salita dura mi sentivo molto bene, quindi ho attaccato. Tuttavia Jonas è tornato forte sulla salita successiva, dopodiché siamo arrivati insieme al traguardo. Ora possiamo parlare davvero di una lotta leale. Vingegaard è in ottima forma. Mi ha anche battuto allo sprint. In discesa mi sentivo bene, ma poi la bici ha fatto un sobbalzo improvviso. Ho perso un po' di energia. Mi sentivo ancora bene, ma Jonas stava meglio. Poi l'ho aspettato, sapevo che comunque sarebbe rientrato. È stata una bella giornata per lui, ma anche per me. Non penso di aver perso la sfida dal punto di vista mentale. Ha vinto allo sprint, ma penso che siamo alla pari. Sui Pirenei sarà diverso e sarò più preparato”.

Vingegaard: “Sorpreso di aver battuto Pogačar”

Questa vittoria è molto emozionante per me. Il fatto che sia riuscito a risalire dopo la caduta ai Paesi Baschi significa molto. Mi ricorda tutto quello che ho passato negli ultimi mesi. Non avrei potuto fare tutto questo senza la mia famiglia, sono così felice di essere qui. Inizialmente ho patito Tadej, il suo attacco è stato davvero forte. Ho dovuto lavorare per tornare sulle sue ruote e non pensavo che avrebbe davvero funzionato. In realtà sono sorpreso di averlo battuto nello sprint”.

Evenepoel: “Ho guadagnato secondi su molti avversari”

L'attacco di Tadej è stato molto aggressivo. In quel momento c'è stato anche un gran lavoro in testa di Yates, non ci ho pensato nemmeno a seguirlo, ho deciso di seguire il mio ritmo. Poi ho ripreso Primoz che è esploso completamente. Abbiamo provato a rientrare, ma non ha funzionato. Pensavo di essere andato abbastanza bene nelle discese, ma gli altri sono andati ancora più veloci. Oggi è stata semplicemente una bella tappa. Forse non avevo le migliori sensazioni. Ho guadagnato secondi su molti avversari. Regola dei 3 km? Quelle sono le regole e fanno parte del ciclismo, non c'è nessun problema”.

Almeida: “Vingegaard sta volando, ha superato la caduta ormai”

“Poteva andare meglio, ma è stata una bella giornata. La Visma è venuta come sfavorita, ma sapevamo che Jonas è molto forte. Non posso dire altro perché sta davvero volando. Penso che le sue discese siano buone. Forse non è il miglior specialista, ma se la cava abbastanza bene. Ciò dimostra che ha superato la caduta. Volevamo attaccare e fare la differenza, la squadra ha fatto un ottimo lavoro, quindi ci riproveremo sicuramente”.

Omaggio ad André Drege, un protagonista di Mondo Continental
Tour de France 2024, 12a tappa: una volata da conquistare