Prima vittoria in carriera per Clara Emond ©EF-Oatly-Cannondale
Donne Élite

Al Giro Women la prima volta di Clara Emond: "Pensavo che mi avrebbero ripresa"

Le dichiarazioni della canadese della EF, al primo successo in assoluto: "Una vittoria che mi aiuterà ad avere fiducia in me stessa". Longo Borghini difende la rosa da Ludwig

10.07.2024 17:40

Le dichiarazioni delle protagoniste dopo la quarta tappa del Giro d'Italia Women, che a Urbino ha visto trionfare Clara Emond dopo una lunga fuga solitaria. Canadese classe 1997, al secondo anno da professionista dopo una carriera avviata come avvocata, l'atleta della EF Education-Cannondale ha spiegato nell'intervista post-gara il valore di questo primo successo in assoluto in carriera, che difficilmente dimenticherà.

Clara Emond: “Mi è sempre mancata un po' di sicurezza”

“Nelle prime tappe non abbiamo avuto l'inizio di Giro che volevamo, per cui oggi l'intenzione era essere aggressive e riscattarci dai giorni scorsi. Ho colto l'occasione all'inizio, ho continuato ad attaccare e a un certo punto sono riuscita ad andarmene. Sapevo che sulla salita se fossi arrivata con un po' di vantaggio avrei potuto mantenerlo, ma pensavo che prima o poi mi avrebbero ripresa, ma non l'hanno mai fatto, e ho iniziato a crederci veramente solo sull'ultimo strappo. È speciale ottenere la mia prima vittoria qui al Giro, è la mia prima vittoria in assoluto ed è una sensazione bellissima. Sono molto orgogliosa del nostro lavoro di squadra, e sono felice di aver potuto dimostrare quello che posso fare. Questa vittoria mi aiuterà ad avere più fiducia in me stessa, ho iniziato ad andare in bici un po' più tardi di molte altre, e mi è sempre mancata un po' di sicurezza, non avendo mai raggiunto grandi risultati. Penso che mi aiuterà ad avere più fiducia in me stessa e nella squadra.”

Elisa Longo Borghini: “Kopecky era la rivale di oggi”

Mi sono sentita molto bene oggi, è andata via una prima fuga all'inizio e poi un gruppo numeroso dopo la salita di San Marino, dove avevamo Brodie Chapman, ma poi l'abbiamo fermata per poter controllare, sapevamo che Ludwig era in corsa per la maglia rosa e volevamo tenerla sotto controllo. Kopecky era la principale rivale per oggi, per cui non volevamo lasciarla distacchi, ma sono anche riuscita a batterla in volata. Nel complesso è stata una buona giornata, domani sarà un'altra tappa movimentata, sembra adatta alle velociste ma non si sa mai.”

Lotte Kopecky:

“Oggi è stata una giornata un po' noiosa e molto calda. C'era un gruppo numeroso al'attacco, per cui sapevamo che sarebbe stato difficile andare per la vittoria di tappa, ma c'era una bella salita nel finale e ho fatto lo stesso un tentativo. Non conosco bene Clara Emond, ma è bello quando ragazze come lei provano ad andare in fuga e riescono a portarla a termine.”

Lotte Kopecky mantiene la maglia rossa della classifica a punti ©Team SD Worx-Protime
Lotte Kopecky mantiene la maglia rossa della classifica a punti ©Team SD Worx-Protime

Antonia Niedermaier: “Ottimo risultato con Soraya Paladin”

Il caldo è stato difficile da sopportare oggi, ma alla fine con la squadra siamo riuscite a gestirci abbastanza bene. Spero di salire ancora in classifica, le tappe adatte a me devono ancora arrivare e possiamo ancora migliorare, ma già oggi possiamo essere soddisfatte per come abbiamo corso di squadra. Abbiamo lavorato molto bene e raccolto un ottimo risultato con Soraya Paladin.”

Omaggio ad André Drege, un protagonista di Mondo Continental
Pogačar: "Io e Vingegaard siamo alla pari, ora è una lotta leale"