Il podio dei campionati nazionali norvegesi © Twitter
Il podio dei campionati nazionali norvegesi © Twitter

Conferme per Boasson Hagen in Norvegia e Dowsett in Gran Bretagna contro le lancette

Andiamo sui campionati a cronometro del Nord Europa, gli ultimi a disputarsi grazie anche al solstizio, dove abbiamo campioni pluriconfermati e novità anche sorprendenti.

In Norvegia, Edvald Boasson Hagen conquista l’ottavo titolo in 10 anni, a seguito della lunga prova di Saltstraumen di 47,4 km. Un titolo comunque sudato, vista l’ottima prestazione di Vergard Stake Laengen (IAM Cycling), già terzo nella crono del Chianti al Giro d’Italia, che il capitano della Dimension Data ha battuto di soli 20″. Bene anche Andreas Vangstad (Team Sparebanken Sør), terzo a 43″, che sopravanza di poco Reidar Borgersen (Team Joker), l’unico ad interrompere l’egemonia di Boasson Hagen in questi anni, quarto a 49″.

Conferma anche per Alex Dowsett, senza rivali a Stockton-On-Trees: il quinto titolo del corridore Movistar in Gran Bretagna arriva con 1’16” su James Gullen (Pedal Heaven), e 2’14” su Ryan Perry, a podio anche l’anno scorso.

Secondo titolo invece per Nicolas Roche a Kilcullen, ma a 9 anni di distanza dal primo; l’atleta del Team Sky ha surclassato i giovani Eddie Dunbar (1’03”)  della Axeon Hagens Berman e Ryan Mullen (1’25”) della Cannondale, campione d’Irlanda uscente.

Infine, sorpresa in Danimarca, terra di passisti di prim’ordine: a Vordingborg ha vinto Martin Toft Madsen, trentunenne della Almeborg-Bornholm, esempio di atleta arrivato tardi al ciclismo. Madsen ha battuto di soli 12″ Michael Valgren Andersen (Tinkoff) e di 29″ il giovane Kasper Asgreen (Team TreFor). Deludono corridori più quotati, come ad esempio Mads Würtz Schmidt, campione del mondo under 23, ma solo settimo oggi a 2’45”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini