Mark Cavendish e Bradley Wiggins felici dopo l'oro nella madison al Mondiale 2016 © Andy Jones
Mark Cavendish e Bradley Wiggins felici dopo l'oro nella madison al Mondiale 2016 © Andy Jones

Quanto talento tra i pistard britannici per Rio! Wiggins, Trott e anche Cavendish

È il movimento faro dell’ultimo periodo nel mondo della pista, anche se ultimamente non sta vivendo i giorni più luminosi. Nonostante tutto la Gran Bretagna porterà ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro una squadra di livello elevatissimo: tra le donne le atlete impegnate nella velocità individuale sono Becky James e Kate Marchant, con la prima che disputerà anche il keirin.

Il faro è però Laura Trott: la due volte oro di Londra 2012 tenterà la difesa del titolo sia nell’omnium che nell’inseguimento a squadre, dove verrà affiancata da Katie Archibald, Elinor Barker, Ciara Horne e Joanna Rowsell.

Tra gli uomini Jason Kenny e Callum Skinner sono gli atleti selezionati per velocità individuale, keirin e velocità a squadre, prova quest’ultima che vedrà al via anche Phillip Hindes.

L’inseguimento a squadre può fare affidamento su nomi di qualità assoluta: si contenderanno i quattro posti Steven Burke, Ed Clancy, Owain Doull, Bradley Wiggins e Mark Cavendish. Il campione dell’isola di Man ha così convinto i tecnici a preferirlo al più giovane Jonathan Dibben; l’iridato su strada di Copenhagen sarà anche il rappresentate nell’omnium, risultando uno dei principali rivali di Elia Viviani.

Archivio

La vignetta di Pellegrini