Il corridore Martyn Irvine, il preparatore Stephen Barrett e il direttore sportivo Tim Barry a Cork per il lancio del Team Aqua Blue © Cathal Noonan
Il corridore Martyn Irvine, il preparatore Stephen Barrett e il direttore sportivo Tim Barry a Cork per il lancio del Team Aqua Blue © Cathal Noonan

Ecco i primi acquisti del Team Aqua Blue Sport: c’è anche Nordhaug

Nella prossima stagione l’Irlanda potrà contare sulla prima formazione professionistica della storia del paese; merito di Rick Delaney, un businessman con la passione del ciclismo, che ha creato il Team Aqua Blue Sport annunciando un impegno di durata almeno quadriennale. La formazione è stata ufficialmente presentata a Cork dove sono stati annunciati i nomi dei primi quattro corridori: si tratta degli irlandesi Matthew Brammeier, Conor Dunne e Martyn Irvine e del norvegese Lars Petter Nordhaug, che sarà il capofila della compagine.

Il trentunenne Brammeier, uno dei ciclisti irlandesi di maggior notorietà, arriva dopo due stagioni alla Dimension Data. Il ventiquattrenne Dunne è reduce da un anno nella JLT Condor e, come testimoniano i 204 cm di altezza, è un possente passista. Il trentunenne Irvine torna alle corse dopo un anno di ritiro, lui che nel 2013 vinse l’oro nello scratch al Mondiale su pista. Il trentaduenne Nordhaug lascia dopo due anni il Team Sky, per cui aveva militato anche dal 2010 al 2013.

Il general manager della squadra sarà Stephen Moore mentre il direttore tecnico sarà Stephen Barrett; rivelati i nomi dei primi due direttori sportivi, ossia Tim Barry e l’ex Tinkoff Nicki Sørensen. Lo scopo del Team Aqua Blue Sport è di arrivare entro quattro anni nel World Tour e di competere al Tour de France; per il 2017 gli obiettivi sono di ottenere le wildcard per la Milano-Sanremo e per l’Amstel Gold Race, così come di ben figurare al Tour of Britain.

 

Archivio

La vignetta di Pellegrini