La gioia di Giorgia Bronzini vincitrice a Sacramento © UCI
La gioia di Giorgia Bronzini vincitrice a Sacramento © UCI

California, l’ultima a Bronzini. Ribaltone in generale: Van der Breggen vince per 1″

Ultima giornata per l’Amgen Tour of California femminile, con una frazione di 70 km a Sacramento. Lo sprint conclusivo ha premiato Giorgia Bronzini: la campionessa piacentina, perfettamente scortata dalle gregarie Wiggle High5, è riuscita a conquistare la prima vittoria del 2017.

E lo ha fatto superando nettamente l’astro nascente della stagione come la statunitense Coryn Rivera (Team Sunweb), che si accontenta della piazza d’onore. Terzo posto per l’olandese Kirsten Wild (Cylance Pro Cycling), quindi a seguire Hannah Barnes (Canyon SRAM), Arlenis Sierra (Astana Women’s Team), Emma White (Rally Cycling), Lizzie Williams (Hagens Berman), Trixi Worrack (Canyon SRAM), Ingrid Drexel (Team TIBCO-SVB) e Samantha Schneider (Nazionale statunitense). Undicesimo posto per la bellunese Lara Vieceli (Astana Women’s Team).

Pur essendo stata una tappa sostanzialmente pianeggiante, tale frazione è risultata decisiva ai fini della classifica visto che sono mutate tutte le posizioni del podio del mattino. A vincere la classifica generale è stata Anna van der Breggen: la campionessa europea della Boels-Dolmans è stata infatti capace di conquistare un traguardo volante che le ha permesso di scavalcare in graduatoria la leader Katie Hall (UnitedHealthcare).

L’olandese ha fatto sua la corsa per un solo secondo di vantaggio sulla statunitense. Saltata invece Megan Guarnier, terza al mattino, che ha accumulato oltre 5′; il gradino più basso del podio è stato quindi artigliato dalla Sierra, lontana 31″ dalla vincitrice. A seguire si sono classificate Kristabel Doebel-Hickok (Cylance Pro Cycling) a 34″, Ruth Winder (UnitedHealthcare) a 38″, Rivera a 44″, Lauren Stephens (Team TIBCO-SVB) a 54″, Alena Amialiusik (Canyon SRAM) a 1’39”, Martina Ritter (Drops) a 1’42” e Leah Thomas (Sho-Air) a 1’58”.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile