Kasia Niewiadoma vince la prima tappa dell'Ovo Energy Tour © Ovo Energy Tour
Kasia Niewiadoma vince la prima tappa dell'Ovo Energy Tour © Ovo Energy Tour

Women’s Tour, azione da fuoriclasse per Niewiadoma: vince dopo 50 km di assolo

Dopo quasi un mese di pausa il Women’s World Tour torna in azione con l’OVO Energy Women’s Tour. Nella prima delle cinque frazioni della corsa britannica, la Daventry-Kettering di 147.5 km, si è assistito ad una fuga andata in porto. E a realizzarla è stata una delle atlete di spicco del plotone internazionale.

Poco prima del km 100 ha attaccato Katarzyna Niewiadoma; la campionessa polacca ha subito guadagnato un margine interessante, toccando quota 1’45” ai meno 35 km, nonostante dietro le formazioni rivali stessero collaborando. La forte ventiduenne ha addirittura toccato un margine massimo di 3’30” in prossimità dei meno 25 km.

La Boels-Dolmans della detentrice del titolo Lizzie Deignan ha deciso di tirare a fondo in testa al gruppo; ma ancora ai meno 10 km la due volte oro europeo under 23 aveva 2’40”. Non c’è stato dunque nulla da fare, e Niewiadoma ha potuto conquistare la prima affermazione stagionale; si tratta inoltre della prima vittoria nel World Tour per la sua WM3 Pro Cycling Team.

La formazione olandese ha anche occupato la seconda posizione grazie a Marianne Vos, che ha primeggiato nella volata del plotone, giunto a 1’42”. Terza la lussemburghese Christine Majerus (Boels-Dolmans) mentre quarta la piacentina Giorgia Bronzini (Wiggle High5).

Completano la top 10 l’australiana Tiffany Cromwell (Canyon SRAM), la danese Christina Siggard (Team Veloconcept), la britannica Alice Barnes (Drops), la sudafricana Ashleigh Moolman (Cervélo-Bigla), la brianzola Maria Giulia Confalonieri (Lensworld-Kuota) e la francese Roxane Fournier (FDJ Nouvelle Aquitaine Futuroscope).

Domani appuntamento con una tappa decisamente ondulata di 144.5 km a Stoke on Trent.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile