Andrea Peron impegnato al Tour de Pologne © Tim De Waele
Andrea Peron impegnato al Tour de Pologne © Tim De Waele

Bollettino medico dal Polonia: piede rotto per Schachmann, possibile frattura della mano per Peron

Nel finale della tappa di ieri al Tour de Pologne, i corridori hanno dovuto pedalare su strade bagnate da un violento acquazzone. E più di qualcuno è finito a terra; è il caso, ad esempio, di Maximilian Schachmann. Il giovane corridore tedesco della Quick Step Floors era parte della fuga, da cui si è autoeliminato causa scivolata. Ripresa la bici, il promettente passista è caduto una seconda volta; in questo caso il ventitreenne ha battuto violentemente sul suolo, dovendo ritirarsi dalla corsa.

Trasportato in ospedale per gli esami di rito, a Schachmann è stata riscontrata una frattura al piede destro. Non è ancora stabilito se il teutonico necessiterà di un intervento. Anche un altro atleta dovrà probabilmente far fronte ad una frattura: è Andrea Peron, padovano del Team Novo Nordisk, anch’egli caduto. Il veneto è riuscito a concludere la gara, ma stamani non è partito; per lui si parla di una possibile frattura alla mano.

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile