Il podio della sesta prova della Napoleon Games cup © Napoleon Games
Il podio della sesta prova della Napoleon Games cup © Napoleon Games

Spettacolo nell’Hageland: Van Der Poel batte Van Der Hoorn e Van Aert

Un’altra edizione spettacolare per la Dwars Door het Hageland, corsa ancora poco conosciuta ma molto spettacolare, alla seconda edizione aperta ai professionisti. Una gara che tra muri, sterrati e pavé può essere paragonata a una prova di ciclocross formato endurance, che difatti ha visto protagonisti molti dei migliori crossisti in circolazione, compresi Mathieu Van Der Poel e Wout Van Aert.

La corsa si è accesa a 40 km dall’arrivo, quando a guidare era la fuga del mattino, promossa da un uomo di Van Der Poel, Philip Walsleben (Beobank – Corendon), con uomini pericolosi come Florian Sénéchal (Cofidis) (terzo l’anno scorso) e Olivier Pardini (WB Veranclassic). Wout Van Aert (Verandas Willems) si è mosso in prima persona sul muro di Houwaart, tallonato da Joeri Stallaert della Cibel (poi fermato da problemi meccanici) e Kenneth Vanbilsen (Cofidis), venendo poi raggiunto da Mathieu Van Der Poel, dal suo compagno Tim Merlier e Dmitri Claeys (Cofidis) nel successivo tratto di sterrato di Demerdijk.  


Grazie all’azione del gruppo inseguitore, la fuga veniva definitivamente chiusa a 10 km dal termine (dove Pardini, all’attacco, aveva un contatto con una moto, fenomeno rivelatosi purtroppo sistematico in questa corsa). Sull’ultimo tratto di sterrato del Cauwberg, Van Der Poel lanciava l’attacco decisivo, con i soli Van Aert, Claeys, Pardini e Taco Van Der Hoorn (Rompoot) capaci di restare alla sua ruota. 

La corsa si è dunque decisa sul suggestivo muro di Diest, dove Claeys, vedendosi battuto, è partito all’attacco per la terza volta nel giro di 1 km: Van Aert lo supera con una spallata in curva (degna di una gara di Superprestige), ma pecca di presunzione e finisce le energie a 100 metri dall’arrivo. Van Der Hoorn lo passa, ma alla sua ruota c’è Van Der Poel che con un’accelerazione bruciante riesce a passarlo di mezza bicicletta, nonostante un rettilineo finale lungo non più di 50 metri.

Terzo posto dunque per Van Aert (che rivedremo da lunedì al Binck Bank Tour alle prese con la sua prima gara World Tour, poi Pardini e Claeys. Per Van Der Poel si tratta del quinto successo stagionale su strada, tutte vittorie ottenute in corse professionistiche. La prova era valida per il challenge Napoleon Games, che riunisce alcune corse minori belghe: resta leader Roy Jans della Wanty.

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile