Nacer Bouhanni si impone al Tour de l'Ain © Tour de l'Ain
Nacer Bouhanni si impone al Tour de l'Ain © Tour de l'Ain

Tour de l’Ain, quinta stagionale per Bouhanni. 4° Benfatto, 8° Napolitano

Volata a ranghi compatti nella seconda frazione in linea del Tour de l’Ain. Al termine della Ambérieu en Bugey-Saint Vulbas di 145 km il più rapido di tutti è stato Nacer Bouhanni. Lo sprinter della Cofidis, Solutions Crédits ha colto la quinta affermazione stagionale distanziando di larga misura i rivali.

Seconda posizione per Samuel Dumoulin (AG2R La Mondiale), mentre terzo è Maxime Daniel (AG2R La Mondiale). Buon quarto posto per il veneto Marco Benfatto (Androni-Sidermec-Bottecchia), davanti allo spagnolo Juan José Lobato (Team LottoNL-Jumbo). Completano la top 10 Benjamin Giraud (Delko Marseille Provence KTM), Geoffrey Soupe (Cofidis, Solutions Crédits), il siciliano Danilo Napolitano (Wanty-Groupe Gobert), lo svizzero Colin Stüssi (Roth-Akros) e il belga Emiel Vermeulen (Roubaix Lille Métropole).

Tuttavia nello sprint vi è stata una caduta che ha coinvolto Anthony Maldonado (HP BTP-Auber 93); per qualche minuto la vittoria di Bouhanni è stata subiudice, ma i commissari hanno confermato la vittoria dell’ex FDJ.

Grazie all’abbuono ottenuto, il nativo di Épinal balza al comando della graduatoria, scalzando Lobato. Ma la sua leadership durerà lo spazio di un giorno perché domani è prevista la Lagnieu-Oyonnax di 135.2 km. Cinque i gpm sulla catena del Giura, l’ultimo dei quali termina a 6 km dal traguardo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile