Caleb Ewan vince al Tour of Britain © Twitter
Caleb Ewan vince al Tour of Britain © Twitter

Tour of Britain, nuovo successo per Ewan. Battuto Boasson Hagen, nei 10 tre azzurri

La terza frazione del Tour of Britain, disputata fra Normanby Hall Country Park e Scunthorpe sulla distanza di 176.9 km, è stata caratterizzata nella parte iniziale dal maltempo. Questo non ha ovviamente impedito il formarsi della fuga di giornata, composta solo da padroni di casa. Sono andati in avanscoperta attorno al km 5 Ian Bibby (JLT Condor), Graham Briggs (JLT Condor), Matthew Holmes (Madison Genesis), Harry Tanfield (Bike Channel Canyon) e Peter Williams (ONE Pro Cycling).

Il gruppo lascia subito via libera, permettendo al quintetto di accumulare fino a 4′, quota toccata in prossimità del km 70. Il classico lavoro del plotone inizia a produrre i suoi frutti e, ai meno 20 km, transita a 1′ dai battistrada. Dai quali si è staccato dopo lungo lavoro Briggs, così come avverrà nel tratto successivo per Tanfield. Prova ad attaccare dal gruppo Jacob Scott (An Post Chain Reaction), con lo scopo di ottenere i punti nel terzo e ultimo gpm, non riuscendo nell’intento.

La fuga viene definitivamente annullata ai meno 10.7 km, con Bibby e Williams ultimi a rialzarsi. In contropiede ci prova l’esperto Rob Partridge (Bike Channel Canyon), che resiste al vento solo ai meno 8.3 km. Lo imita anche Simone Andreetta (Bardiani CSF), ma il trevigiano parte ai meno 6.8 km e viene stoppato ai meno 6.3 km.

Inizia quindi la classica sfida fra le formazioni dei favoriti di giornata, con Team Sky e Team Dimension Data particolarmente attive. Tra i sudafricani tira anche Mark Cavendish, oggi in versione gregario. Poco prima dell’ultimo km prova ad accelerare Michal Kwiatkowski (Team Sky), che viene stoppato da Zdenek Stybar (Quick Step Floors) e quindi da tutto il gruppo. Ai meno 700 metri parte in maniera vigorosa Philippe Gilbert.

Il belga della Quick Step Floors si posiziona sulla destra della carreggiata e pare indirizzato verso il bersaglio grosso. E invece il lavoro della Orica-Scott fa in modo che il vallone venga raggiunto ai meno ai meno 180 metri, con la volata già lanciata. A vincerla, per la seconda volta in tre giorni, è Caleb Ewan; una nuova prestazione di livello per l’australiano della Orica-Scott, che finalizza al meglio il lavoro dei compagni.

Secondo posto, staccato di circa mezza ruota, Edvald Boasson Hagen (Team Dimension Data). Terzo gradino del podio ancora norvegese con il campione europeo Alexander Kristoff (Team Katusha-Alpecin). Quarto Brenton Jones (JLT Condor), quindi a seguire si sono classificati Mads Würtz Schmidt (Team Katusha-Alpecin), Andrea Pasqualon (Wanty-Groupe Gobert), Elia Viviani (Team Sky), Philippe Gilbert (Quick Step Floors), Daniele Bennati (Movistar Team) e Nikolas Maes (Lotto Soudal).

In classifica Ewan torna a vestire di verde, sottraendo la maglia a Viviani che lo segue a 6″. Domani appuntamento con la Mansfield-Newark on Trent di 164.7 km, che quasi certamente si concluderà allo sprint.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile