Elisa Balsamo festeggia il bronzo nell'Omnium agli Europei di Berlino © FCI
Elisa Balsamo festeggia il bronzo nell'Omnium agli Europei di Berlino © FCI

Europista, Elisa Balsamo si regala un bronzo nell’Omnium. Le altre gare di oggi

Ancora una medaglia per l’Italia ai Campionati Europei su pista di Berlino, e a conquistarla è Elisa Balsamo che nell’Omnium è riuscita a strappare un bronzo all’ultima volata. Settima nello Scratch e sesta nella TempoRace, l’azzurra ha iniziato a risalire con un’ottima Eliminazione (chiusa al terzo posto), e si è presentata alla Corsa a Punti finale con 94 punti che le valevano il quarto posto generale. Davanti a lei la britannica Katie Archibald (vincitrice di TempoRace e Eliminazione), l’olandese Kirsten Wild e la svizzera Andrea Waldis.

Elisa ha conquistato 8 punti nella prova conclusiva, e proprio l’ultima volata (che gliene ha regalati 4) le ha permesso di scavalcare la Waldis. Alla fine 127 punti per Archibald, 120 per Wild e 102 per Balsamo, con l’elvetica rimasta giù dal podio con 101 punti. Quinta la russa Alexandra Goncharova (98) che nel finale ha tentato invano un colpo di mano per guadagnare un giro e con esso il podio.

Le altre gare della giornata, la terza della rassegna europea. Dell’oro conquistato da Filippo Ganna nell’Inseguimento individuale abbiamo parlato a parte, l’azzurro si è imposto col tempo di 4’15″994 in finale sul portoghese Ivo Oliveira (4’18″991); terzo posto per il tedesco Domenic Weinstein che nella finalina ha battuto il russo Alexander Evtushenko.

Nella Corsa a Punti maschile affermazione per il polacco Alan Banaszek (49 punti) sul danese Niklas Larsen (44) e il tedesco Maximilian Beyer (34); discreta prestazione per Liam Bertazzo che ha messo insieme 22 punti pur non riuscendo a guadagnare il giro (come invece hanno fatto tutti quelli che l’hanno preceduto). L’italiano è andato a punti in 8 dei 16 sprint (due li ha pure vinti), e ciò gli è valso un settimo posto finale.

Sempre in campo maschile si è disputato il Chilometro, e qui a esultare è stato Jeffrey Hoogland. L’olandese si è imposto col tempo di 1’00″700, 33 millesimi meglio del tedesco Joachim Eilers, secondo in 1’00″733; terzo posto per il francese Quentin Lafargue, tempo di 1’00″906. Fuori dalla finale Francesco Lamon, 12esimo in qualifica con 1’02″259.

Tra gli Stayer vittoria tedesca con Schiewer-Gessler davanti agli olandesi Honig-Pronk; terzo posto per l’altra coppia di casa Schäfer-Bauerlein; rammarico per Davide Viganò e Christian Dagnoni, classificatisi al quarto posto.

Sul fronte femminile si è disputato lo Scratch, in quattro hanno guadagnato un giro e tra queste meglio di tutte ha fatto la danese Trine Schmidt, davanti all’ucraina Tetyana Klimchenko, alla russa Evgenia Augustinas e all’irlandese Lydia Gurley. Ottavo posto per Rachele Barbieri.

Nel Keirin ennesima perla in carriera della straordinaria Kristina Vogel. La tedesca ha fatto una volata di quasi tre giri, respingendo un improvvido attacco di Anastasia Voinova alla penultima tornata, e chiudendo poi nettamente prima davanti alla lituana Simona Krupeckaite e all’ucraina Liubov Basova, con la francese Mathilde Gros, la spagnola Tania Calvo e appunto la Voinova a chiudere l’ordine d’arrivo della finale.

Il medagliere alla vigilia della conclusione della rassegna vede al comando la Francia con 4 ori e 2 bronzi, seguita da Germania (3 ori, 4 argenti, 3 bronzi), Olanda (2, 3, 2) e Danimarca (2, 2, 0); quinto posto dell’Italia con 2 ori, 1 argento e 3 bronzi, subito davanti alla Gran Bretagna (2, 1, 0).

Domani ultima giornata ai Campionati Europei su pista di Berlino, si disputeranno i tornei del Keirin maschile e della Velocità femminile, e le due Madison. Dalle 10 alle 13.40 la sessione del mattino, dalle 14.30 alle 18 quella pomeridiana che chiuderà la manifestazione.

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile