Riccardo Lucca vince a Vigonza © Scanferla
Riccardo Lucca vince a Vigonza © Scanferla

Quattro volti nuovi per il Team Colpack: fra loro anche Calderaro e Lucca

Dopo l’annuncio nei giorni scorsi dell’ingaggio di Filippo Rocchetti, il Team Colpack comunica di aver messo sotto contratto altri quattro corridori in vista del 2018. Dalla Zalf Euromobil Désirée Fior giungono il padovano Filippo Calderaro e il trentino Riccardo Lucca; dal Velo Club Mendrisio arriva il comasco Davide Botta mentre dalla Namedsport Rocket proviene il neozelandese trapiantato in terra lombarda Felix James Meo.

Il team manager Antonio Bevilacqua ha dichiarato: «Lucca è un ottimo scalatore che forse non è riuscito ancora ad esprimere a pieno tutto il suo valore. Speriamo che l’anno prossimo possa essere quello buono. Lo stesso discorso vale per Calderaro anche se lui ha caratteristiche diverse. Sono due ragazzi di talento in cui crediamo molto. Botta e Meo, invece, sono due corridori da scoprire, ma abbiamo visto in loro le qualità giuste perché si possano integrare al meglio nel nostro gruppo».

Il ventenne Lucca ha dichiarato: «Dopo due anni passati in Zalf mi sono reso conto che era arrivato il momento giusto di cambiare anche per trovare nuovi stimoli e provare un nuovo ambiente. Sono felice di avere questa opportunità di vestire la maglia della Colpack e vorrei riuscire ad esprimere al meglio il mio valore in questa categoria».

Dal canto suo, il ventunenne Calderaro ha aggiunto: «In due anni di Zalf mi sono trovato molto bene, ma ora avevo bisogno di trovare nuovi stimoli. Spero di vivere una buona stagione per provare a meritarmi il passaggio al professionismo. Sono molto contento anche di aver potuto ricominciare ad allenarmi in pista, una disciplina che ho sempre praticato in passato, ma che negli ultimi anni avevo un po’ accantonato. Vorrei provare a ritornare nel giro azzurro e sicuramente in Colpack troverò la fiducia giusta per centrare questo obbiettivo. Per me il prossimo sarà il quarto anno tra i dilettanti, quindi molto importante».

Il ventenne Botta ha affermato: «Una piccola società ma che mi ha permesso negli ultimi due anni di partecipare a gare importanti in Italia e all’estero. La chiamata della Colpack è stata per me una grande sorpresa e so bene che sarà anche una grande occasione di poter correre in una delle squadre più importanti a livello internazionale. Il mio obiettivo per il 2018, come sempre, sarà quello di continuare a crescere e ripagare la fiducia dei direttori sportivi».

L’altro ventenne Meo ha concluso: «Il Team Colpack è una scelta importante per me e per la mia carriera. È una grande occasione per provare a costruirmi un futuro nel mondo del ciclismo e sono davvero al settimo cielo per l’opportunità di correre con questa squadra. Vorrei inserirmi molto bene nella nuova società e vorrei anche dei risultati, ma soprattutto crescere come corridore e fare un salto di qualità. Mi piacerebbe inoltre vestire la maglia della mia nazionale e nella prossima estate australe vorrei tornare in Nuova Zelanda per partecipare al Campionato Nazionale».

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile