Seid Lizde taglia il traguardo del Gp della Liberazione 2017 © Primavera Ciclistica - Ossola
Seid Lizde taglia il traguardo del Gp della Liberazione 2017 © Primavera Ciclistica - Ossola

Cambio di nome per la Unieuro: ecco Trevigiani Phonix Hemus 1896. E c’è Lizde

Cambio di nome per la Unieuro: dopo tre stagioni, lascia il main sponsor attivo nel campo degli elettrodomestici. La nuova denominazione della formazione italiana ma di licenza bulgara sarà Trevigiani Phonix Hemus 1896, tornando quindi alle origini con il ripristino del nome utilizzato durante la lunga esperienza tra i dilettanti.

Inoltre è stato completato il roster a disposizione del team manager Mirko Rossato. Gli ultimi acquisti sono quelli di due diciottenni bulgari, ossia Aleks Bechkov e Konstantin Nikolov, e di un italiano, vale a dire il ventiduenne Seid Lizde, reduce da tre stagioni con il Team Colpack e due vittorie nel 2017, fra cui il Gran Premio di Liberazione.

Da segnalare la rinuncia ad un corridore precedentemente annunciato, vale a dire il colombiano Robinson López. Il ventunenne, campione nazionale under 23, è infatti risultato positivo al CERA in un controllo effettuato lo scorso 2 agosto, durante la seconda tappa della Vuelta a Colombia disputata in maglia Boyacá es para Vivirla.

Questa dunque la rosa dei 14 corridori sotto contratto per il 2018: i bulgari Aleks Bechkov, Stanimir Cholakov, Yoan Kolev, Mihail Mihaylov e Konstantin Nikolov, gli italiani Alessandro Fedeli, Seid Lizde, Fabio Mazzucco, Marco Molteni e Filippo Zana, il francese Floryan Arnoult, il colombiano Javier Ignacio Montoya, lo spagnolo Manuel Peñalvar e il marocchino Abderrahim Zahiri.

 

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile