I corridori della Quick Step Floors in allenamento © Tim de Waele
I corridori della Quick Step Floors in allenamento © Tim de Waele

Quick Step Floors, ventisette i corridori nel 2018. Confermato anche Capecchi

Le cinquantasei vittorie ottenute nel 2017 portano la Quick Step Floors alla clamorosa cifra di seicentoquindici (sì, 615) successi negli ultimi quindici anni. La compagine di Patrick Lefevere si è imposta nella stagione appena terminata in quattro continenti con quattordici atleti diversi e in ventinove corse diverse. Numeri da capogiro.

Nelle attese, anche il 2018 potrà continuare su questo solco, nonostante un roster cambiato per il 25% e con l’età media abbassata a 26.85 anni. In rosa vi sono ventisette corridori, provenienti da tredici paesi diversi, fra cui quattro neoprofessionisti. Presenti quattro atleti italiani, ossia i toscani Eros Capecchi e Fabio Sabatini, il lombardo Davide Martinelli e il veneto Elia Viviani.

Questi i ventisette a disposizione dei tecnici: Julian Alaphilippe, Eros Capecchi, Rémi Cavagna, Laurens De Plus, Tim Declercq, Dries Devenyns, Fernando Gaviria, Philippe Gilbert, Álvaro Hodeg, Fabio Jakobsen, Bob Jungels, Iljo Keisse, James Knox, Yves Lampaert, Davide Martinelli, Enric Mas, Michael Mørkøv, Jhonatan Narvaez, Maximiliano Richeze, Fabio Sabatini, Maximilian Schachmann, Florian Sénéchal, Pieter Serry, Zdenek Stybar, Niki Terpstra, Petr Vakoc, Elia Viviani.

Il team manager Patrick Lefevere afferma: «Abbiamo tanti volti nuovi, alcuni dei quali molto giovani, ma affrontiamo il 2018 con fiducia e ambizione. L’obiettivo è di ripetere mix di successi ottenuto nelle classiche e dei grandi giri. Rimanere al top non è semplice, ma vedere la passione e il lavoro che ciascuno fra staff e corridori sta mettendo nei primi allenamenti mi lascia ottimista».

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile