Il podio della quinta tappa della Vuelta al Táchira © Twitter
Il podio della quinta tappa della Vuelta al Táchira © Twitter

Vuelta al Táchira, quinta tappa a Abreu. Secondo Raffaello Bonusi

Una fuga di sette elementi ha caratterizzato la quinta tappa della Vuelta al Táchira. Nella La Fría-Tovar di 146.1 anche due azzurri dell’Androni Giocattoli-Sidermec sono andati in avanscoperta, vale a dire Matteo Malucelli e Raffaello Bonusi. Se il primo era interessato ai traguardi volanti e, una volta iniziato il lungo falsopiano finale, si è staccato, ben diverso è il risultato dell’altro elemento.

Bonusi ha infatti tenuto duro ed ha tagliato il traguardo in seconda posizione, distante 28″ dal vincitore. Il solo Jorge Abreu è riuscito a distanziarlo, andando a conquistare il successo in maglia Kino Táchira. Gli altri cinque fuggitivi sono stati riassorbiti dal gruppo, dove si sono messi in luce ancora una volta i giovani talenti del team italiano. Al terzo posto a 57″ è giunto il colombiano Iván Ramiro Sosa mentre quarto a 59″ il costaricano Kevin Rivera.

Quinto e sesto posto a 1’01” per Pedro Gutiérrez (Banco Bicentenario-Gobernación de Yaracuy) e Ronald González (Inversiones Alexander). Il primo continua a guidare la graduatoria con 7″ proprio sul secondo. È scivolato al terzo posto a 33″ Ángel Rivas (Fedeindustrias), che ha perso terreno nelle battute conclusive. Domani importante appuntamento con la Santa Cruz de Mora-La Grita di 167.9 km con il traguardo posto in salita.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile