Lilian Calmejane conquista la Royal Bernard Drôme Classic © Drôme Classic
Lilian Calmejane conquista la Royal Bernard Drôme Classic © Drôme Classic

Super Calmejane: alla Drôme Classic attacca, stacca i Quick Step e vince

Tanto movimento nella sesta edizione della Royal Bernard Drôme Classic. Già dall’inizio dei 206 km di Livron ha soffiato un forte vento, ma questo non ha scoraggiato Rémi Cavagna (Quick Step Floors) dal partire tutto solo dopo 7 km. A raggiungerlo, in prossimità del km 35, i francesi Alexys Brunel (Francia) e Jérémy Leveau (Delko Marseille Provence KTM), i belgi Thomas Degand (Wanty-Groupe Gobert) e Grégory Habeaux (WB Aqua Protect Veranclassic) e il neerlandese Robbert De Greef (Roompot-Nederlandse Loterij).

Il margine massimo di giornata è stato toccato in 5’35” attorno al km 85 e il sestetto è rimasto assieme fino ai meno 80 km, quando il giovane Brunel e Cavagna se ne sono andati. Il passista della formazione fiamminga riesce a vincere la resistenza del collega ai meno 65 km, mentre il gruppo insegue a 1’40”. Il bravo Cavagna ha dovuto terminare l’avventura ai meno 25 km.

Ma l’azione buona nasce poco più tardi: la propone Lilian Calmejane (Direct Énergie), al quale si accodano solamente i Quick Step Floors Bob Jungels e Jhonatan Narvaez. Un drappello alle loro spalle, nel quale pedalano fra gli altri Bardet e Vichot, cercano di rientrare, ma invano.

I tre battistrada, con i compagni di squadra che non cercano di faticare il rivale in pianura, entrano negli ultimi 2 km con 1’10” e sono liberi di giocarsi il successo. Sullo strappetto finale l’albigese Calmejane distanzia prima Jungels e poi Narvaez, andando così a conquistare la prima, meritata vittoria del 2018 dopo tanti piazzamenti. Come detto, il podio viene completato dal giovane ecuadoriano Narvaez e dal lussemburghese Jungels.

Quarto posto per il vincitore dell’edizione 2015 Samuel Dumoulin (AG2R La Mondiale), mentre quinto e sesto sono rispettivamente Arthur Vichot (Groupama-FDJ) e Jonathan Hivert (Direct Énergie). Buon settimo posto per Andrea Pasqualon (Wanty-Groupe Gobert), che anticipa in top 10 Romain Bardet (AG2R La Mondiale), Pieter Serry (Quick Step Floors) e  Lawrence Warbasse (Aqua Blue Sport).

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile