André Cardoso © Trek-Segafredo
André Cardoso © Trek-Segafredo

Positività di André Cardoso: emergono dei dubbi dalle controanalisi

Vi ricordate il corridore portoghese André Cardoso? L’anno scorso, quando correva nella Trek-Segafredo, Cardoso venne trovato positivo all’EPO in un controllo antidoping effettuato poco prima del Tour de France e da allora risulta sospeso in attesa di una sentenza. Secondo quanto riporta il quotidiano portoghese A Bola il caso di André Cardoso, che si è sempre professato innocente, sembra infatti essere diventato molto più complesso di quanto ci si potrebbe aspettare: le analisi del campione B dell’ex corridore della Trek avrebbero dato sì valori anormali, ma comunque non sufficienti per confermare con certezza la positività all’EPO.

André Cardoso, tramite il suo avvocato, avrebbe chiesto l’immediato annullamento della sospensione provvisoria per poter tornare a gareggiare, ma dalla Fondazione Antidoping nel Ciclismo e dal Servizio Legale Antidoping è arrivato parere negativo ed il 33enne portoghese resta quindi fermo. In mancanza di un accordo tra le parti, il caso di André Cardoso approderà quindi al Tribunale Antidoping dell’UCI: a questo punto la possibilità che il tutto si concluda con una rarissima assoluzione va presa in considerazione.

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile