Il Team Sky risponde a David Lappartient: «Ogni inchiesta sarà benvenuta»

Nella giornata di ieri il presidente dell’UCI, il francese David Lappartient, aveva parlato del nuovo rapporto del parlamento britannico sull’abuso di farmaci e delle esenzioni per uso terapeutico in casa del Team Sky (in particolar modo legato a Wiggins e al Tour 2012) ricordando che la Fondazione Anti Doping del Ciclismo ha il potere per aprire un’investigazione su queste accuse e che personalmente sarebbe favorevole se lo facessero.

La risposta del Team Sky ancora una volta non ha tardato ad arrivare: «Siamo felici di collaborare con ogni inchiesta dell’UCI e ulteriori analisi sul rapporto della commissione sono benvenute. Abbiamo riconosciuto errori passati, ma neghiamo fortemente le gravi accuse di uso di farmaci per migliorare le prestazioni, così come lo nega Bradley Wiggins. La commissione ha presentato queste accuse senza prove a supporto, il che fondamentalmente è ingiusto nei confronti della squadra e dei corridori. Ogni revisione da parte dell’UCI che può aiutare a stabilire la natura delle prove sarà la benvenuta».

Visita lo store di Cicloweb!

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile