Kevyn Ista © Gregory Van Gansen/Photonews
Kevyn Ista © Gregory Van Gansen/Photonews

Kevyn Ista positivo al Furosemide: l’UCI lo assolve, per lui solo una reprimenda

Il corridore belga Kevyn Ista è risultato positivo in un controllo antidoping effettuato lo scorso 3 febbraio in occasione della Étoile de Bessèges: la sostanza riscontrata nel campione del 33enne della WB Aqua Protect Veranclassic era il Furosemide, un diuretico vietato in quando può mascherare l’assunzione di altre sostanze. La notizia della positività è uscita fuori solo adesso assieme a quella dell’assoluzione di Kevyn Ista: la non negatività sarebbe infatti stata causata da un preparato galenico magistrale del farmacista che era stato contaminato da un preparato precedente, Ista avrebbe quindi fornito tutte le prove dell’assunzione all’Unione Ciclista Internazionale che ha quindi riconosciuto la buona fede del corridore.

A Kevyn Ista è stata inflitta una reprimenda oltre alla cancellazione dei risultati ottenuti alla Étoile de Bessèges: il corridore belga, che non correva da due mesi in quasi sospeso in via cautelare dalla WB Aqua Protect Veranclassic che fa parte del Movimento Per un Ciclismo Credibile, tornerà in gara il prossimo 2 giugno a Gullegem in Belgio.

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile