L'arrivo solitario di Ravanelli a Marcialla © Soncini
L'arrivo solitario di Ravanelli a Marcialla © Soncini

Gavardo on fire: al Matteotti ritrova il successo Simone Ravanelli

Un weekend di conferme e certezze dopo un inizio stagione buono ma un po’ in sordina per la BiEsse Carrera Gavardo, principale novità stagionale del ciclismo dilettantistico italiano col suo passaggio a team Continental. La formazione di Milesi ha trovato in questo weekend i suoi primi due successi in altrettante corse nazionali in Toscana: dopo la prima di Piccot al Memorial Tortoli, oggi è toccato a Simone Ravanelli festeggiare a Marcialla, in occasione del Trofeo Matteotti. Ed è una vittoria dal sapore particolare per il 23enne bresciano, potenziale talento per le corse a tappe, mai riuscito però ad esprimersi in pieno nella categoria Under 23, apparso spesso cagionevole e mai capace di vincere alcuna corsa.
Ravanelli ha ripagato oggi la fiducia concessa dalla formazione bresciana, vincendo in solitaria dopo una gara corsa all’attacco sin dalla salita principale, il Bivio Canaglia a 30 km dall’arrivo, col compagno di squadra Alberto Amici.
In 3 si involavano verso il traguardo, con Matteo Natali (Petroli Firenze Hopplà) nel sandwich ed in capace di rispondere all’attacco di Ravanelli a 2 km dall’arrivo: per l’empolese la consolazione del secondo posto a 29″, davanti Amici. I primi inseguitori a 55″, regolati da un altro Petroli, Jalel Duranti.

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile