L'arrivo di Coryn Rivera, vincitrice del titolo statunitense in linea © Twitter
L'arrivo di Coryn Rivera, vincitrice del titolo statunitense in linea © Twitter

Rivera batte Guarnier negli Stati Uniti. Heine ok in Norvegia, Leleivyte in Lituania, Shekel in Ucraina

Gara emozionante negli Stati Uniti, per la prova in linea femminile. A Knoxville, Tennessee, grande sfida finale fra le atlete più rappresentative del ciclismo a stelle e strisce. A prevalere in volata è stata Coryn Rivera (Team Sunweb), capace di superare chi quella maglia l’aveva conquistata in tre occasioni, ovvero sia Megan Guarnier (Boels-Dolmans). Terza posizione per la crossista ventenne Emma White (Rally Cycling), in rapida fase di crescita.

Terzo successo consecutivo nella prova in linea per Vita Heine. In Norvegia la trentatreenne della Hitec Products ha mostrato ancora una volta la sua forza, tagliando il traguardo con ampio margine. Seconda a 3’30” la compagna di squadra Susanne Andersen che in una volata a sette ha preceduto Stine Borgli.

In Lituania torna a conquistare il tricolore, dopo sette anni, Rasa Leleivyte. L’atleta della Aromitalia-Vaiano ottiene il quarto titolo della carriera nella prova in linea di 109.4 km. Anticipata di 19″ Olivija Baleisyte (PKKSC) mentre la campionessa della crono Daiva Tuslaite (Alé Cipollini) completa il podio a 4’52”.

Anche in Ucraina vittoria, in questo caso allo sprint, per un’atleta che gareggia in Italia. Si tratta di Olga Shekel, ventiquattrenne della Michela Fanini. Battute Iryna Semenova e Valeriya Kononenko, che aveva fatto proprio il titolo a cronometro. In Serbia Jelena Eric fa propria anche la prova in linea: la ventiduenne della Cylance supera allo sprint Teodora Savic-Popovic. Bronzo per Jana Jolovic, giunta a 1’32”.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile