Chris Froome © Team Sky
Chris Froome © Team Sky

Le parole di Froome: «È un grande giorno per tutto il ciclismo, sapevo di non aver sbagliato»

Dopo la sua assoluzione nel caso salbutamolo, Chris Froome ha rilasciato queste parole in un comunicato del Team Sky: «Sono molto felice che l’UCI mi abbia assolto. La decisione è ovviamente un grande momento per me e il team ma lo è anche per il ciclismo. Conosco la storia di questo grande sport, sia quella buona che quella meno buona. Ho sempre preso la mia posizione di uomo di primo piano molto seriamente e ho sempre agito nel modo corretto. Non ho mai dubitato che il mio caso venisse chiuso per il semplice motivo che sapevo di non aver fatto nulla di male. Soffro di asma sin da quando ero piccolo, conosco esattamente le regole e uso il prodotto entro i limiti permessi».

Il britannico prosegue: «Ovviamente l’UCI doveva esaminare i test della Vuelta. Sfortunatamente i dettagli non sono rimasti confidenziali come avrebbero dovuto essere. E io posso capire, più di ogni altro, la frustrazione per le tempistiche di questo caso e per l’incertezza che ha creato. Sono felice che finalmente sia finita, ringrazio per tutto il supporto avuto dal team e da tanti tifosi. La decisione di oggi segna uno spartiacque: significa che ora posso concentrarmi sul Tour de France».

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile