Andreas Kappes © HNA.de
Andreas Kappes © HNA.de

L’ex professionista tedesco Andreas Kappes è morto a causa di uno shock anafilattico

Una tragica notizia giunge quest’oggi dalla Germania: l’ex ciclista professionista Andreas Kappes è deceduto nella notte a causa di uno shock anafilattico, conseguenza della puntura di un insetto. Aveva 52 anni.

Nato a Brema il 23 dicembre 1965, nel corso della sua lunga carriera (terminata nel 2001) Kappes si era fatto apprezzare principalmente per le sue doti di pistard, che gli hanno permesso di primeggiare in ben 24 Sei Giorni, corse per la maggior parte in coppia col belga Etienne De Wilde e che nelle ultime annate hanno visto come suoi partner anche gli italiani Adriano Baffi e Silvio Martinello. Nel 1983 il tedesco si era laureato campione del mondo juniors della Corsa a punti mentre nella massima categoria era salito per ben quattro volte sul podio, conquistando per tre volte la medaglia di bronzo nell’Americana (nel 1996, 1998 e 1999) ed una la medaglia d’argento nella Corsa a punti (nel 1998). Nel 2003 si laureò campione europeo dell’Americana in coppia con Andreas Beikirch.

Non mancarono per lui le soddisfazioni anche come stradista: passato professionista nel 1987 con la casacca della Toshiba (per lui anche due stagioni in Italia con la Refin, nel 1995 e 1996), conquistò complessivamente 35 successi oltre a svariate affermazioni nei Criterium. Velocista dotato di un’eccellente resistenza, che lo rendeva competitivo anche su percorsi impegnativi, in grado di ben figurare nelle classiche del Nord, ottenne la sua affermazione più importante nella settima frazione del Giro d’Italia 1988, imponendosi allo sprint nella Campitello Matese-Avezzano. Nel 1991 invece trionfò nell’Omloop Het Volk. Attualmente ricopriva la carica di direttore del Tour de Neuss, gara in linea che ha il suo svolgimento previsto nella giornata del 1° agosto.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile