L'Italia prima del via all'Europeo di Glasgow © UEC - Bettiniphoto
L'Italia prima del via all'Europeo di Glasgow © UEC - Bettiniphoto

Ranking UCI, Italia sempre più in vetta tra le nazioni

Appuntamento con il consueto aggiornamento con il ranking UCI. Prosegue, sempre in ragione del diverso posizionamento del Tour de France e delle corse seguenti, il decalage rispetto al calendario 2017: nella passata annata, infatti, il BinckBank Tour terminò il 13 agosto mentre l’edizione attuale parte oggi, esattamente 365 giorni dopo la precedente.

Le conseguenze di questo sfasamento si notano subito con la classifica individuale. Peter Sagan rimane sempre in vetta ma perde i 248 punti ottenuti al BinckBank Tour e, con il ritiro all’Europeo di Glasgow che ovviamente non gli ha portato punti, scende a quota 3984. Lo slovacco della Bora Hansgrohe viene tallonato da Christopher Froome con i suoi 3939.68 punti: tuttavia l’attuale campione del mondo può star tranquillo perché lui non ha punti da difendere per tutto il mese di agosto mentre il britannico del Team Sky, che non dovrebbe gareggiare nelle prossime settimane, si vedrà mancare a inizio settembre la mole di punti ottenuti all’ultima Vuelta a España.

In terza posizione rimane comodissimo Elia Viviani: il veronese del Quick Step Floors ha 3551 punti in dote. Per lui, però, le prossime settimane saranno cruciali, a partire dalla Classica di Amburgo, nella quale cercherà di difendere il successo del 2017. Resta quarto il suo compagno di squadra Julian Alaphilippe con 3053.12 punti mentre, alle loro spalle, si registrano modifiche.

Geraint Thomas (Team Sky) sale di una posizione con i suoi 2834.25 punti mentre Alejandro Valverde (Movistar Team) effettua un doppio balzo, dato che ora è sesto con 2631 punti. Cedono rispettivamente due e una piazza Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) con 2620.47 e Tom Dumoulin (Team Sunweb) con 2384.19. Completano la top ten Primoz Roglic (Team LottoNL-Jumbo) con 2380 e Alexander Kristoff (UAE Team Emirates) con 2376. Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) sale di una posizione: il messinese è ora undicesimo con 2373 punti.

Grazie al successo all’Europeo di Matteo Trentin, l’Italia prende il volo sopra quota 15 mila punti nella graduatoria per nazioni: gli azzurri hanno ora 15141.79 punti. E complice l’uscita dal conteggio dei punti dell’ultimo BinckBank Tour, il Belgio sprofonda: sono sempre secondi ma ora hanno quasi 3000 punti di divario, dato che stazionano a quota 12442.81 punti.

E la Francia si fa sempre più pressante: i transalpini hanno ora a tiro i cugini con 12239.12 punti: servirà, dunque, un grande rendimento di Van Avermaet, Wellens, Stuyven, Vanmarcke e Naesen nella prova di casa per riallungare. Guadagna un posto la Gran Bretagna, grazie al podio di Simon Yates in Polonia: i sudditi di Sua Maestà sono quarti con 11269.96 punti, poco davanti ai 11200.13 punti dei Paesi Bassi. Restano invece sesta la Spagna con 9459 punti e settima la Colombia con 9246.8.

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile