Un'immagine dei Mondiali 2017 © SWPix
Un'immagine dei Mondiali 2017 © SWPix

Pubblicati i contingenti delle varie nazionali per i Mondiali su strada di Innsbruck

L’UCI ha annunciato poco fa l’elenco completo dei vari posti a disposizione per ciascuna nazione alla prossima rassegna dei Campionati del Mondo su strada, in programma dal 23 al 30 settembre prossimo ad Innsbruck, in Austria. Riportiamo le quote assegnate per ciascuna delle prove in programma.

Prova in linea élite maschile
8 posti: Italia, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Spagna, Colombia, Australia, Danimarca, Slovenia
6 posti: Germania, Norvegia, Slovacchia, Polonia, Svizzera, Irlanda, Repubblica Ceca, Russia, Austria, Lussemburgo
4 posti: Portogallo, Stati Uniti, Sudafrica, Nuova Zelanda, Canada, Kazakistan, Ecuador, Lettonia, Bielorussia, Estonia
1 posto: Ucraina, Eritrea, Giappone, Argentina, Algeria, Ruanda, Iran, Romania, Croazia, Costa Rica, Turchia, Hong Kong, Venezuela, Lituania, Svezia, Marocco, Azerbaigian, Grecia, Corea del Sud, Brasile

Inoltre, lo slovacco Peter Sagan (campione del mondo uscente), l’eritreo Amanuel Gebreigzabhier (campione africano in carica) e l’emiratino Yousif Mirza (campione asiatico in carica) hanno una quota personale che si somma a quella dei rispettivi paesi. Nel caso non gareggiassero, tale quota non può passare ad un connazionale.

Prova in linea élite femminile
7 posti: Paesi Bassi, Australia, Italia, Stati Uniti, Germania
6 posti: Belgio, Sudafrica, Polonia, Francia, Spagna, Danimarca, Canada, Gran Bretagna, Nuova Zelanda, Cuba
5 posti: Slovenia, Lussemburgo, Russia, Norvegia, Svezia
3 posti: tutte le altre nazioni che volessero partecipare

Inoltre, la neerlandese Chantal Blaaak (campionessa del mondo uscente), l’eritrea Bisrat Gebremeskel (campionessa africana in carica), la cubana Arlenis Sierra (campionessa panamericana in carica), la vietnamita Thi That Nguyven (campionessa asiatica in carica), la neozelandese Sharlotte Lucas (campionessa oceanica in carica), la cinese Liu Zixin (campionessa asiatica under 23 in carica) e la ceca Nikola Nosková (campionessa europea under 23 in carica) hanno una quota personale che si somma a quella dei rispettivi paesi. Nel caso non gareggiassero, tale quota non può passare ad una connazionale.

Prova in linea under 23 maschile
5 posti: Ruanda, Colombia, Ecuador, Stati Uniti, Kazakistan, Giappone, Paesi Bassi, Belgio, Danimarca, Francia, Italia, Norvegia, Germania, Svizzera, Irlanda, Slovenia, Gran Bretagna, Turchia, Polonia, Spagna, Croazia, Australia
4 posti: Marocco, Messico, Costa Rica, Canada, Hong Kong, Mongolia, Lussemburgo, Russia, Ucraina, Portogallo, Serbia, Austria
3 posti: Algeria, Sudafrica, Eritrea, Argentina, Brasile, Cile, Venezuela, Corea del Sud, Singapore, Iran, Repubblica Ceca, Svezia, Ungheria, Israele, Azerbaigian, Romania, Nuova Zelanda
1 posto: Burkina Faso, Repubblica Democratica del Congo, Mali, Etiopia, Mauritius, Tunisia, Bermuda, Repubblica Domenicana, Panama, Porto Rico, Peru, Trinidad e Tobago, Cina

Inoltre, lo svizzero Marc Hirschi (campione europeo under 23 in carica), l’argentino Federico Vivas (campione panamericano under 23 in carica) e il giapponese Masaki Yamamoto (campione asiatico under 23 in carica) hanno una quota personale che si somma a quella dei rispettivi paesi. Nel caso non gareggiassero, tale quota non può passare ad un connazionale.

Prova in linea juniores maschile
6 posti: Norvegia, Belgio, Italia, Danimarca, Stati Uniti, Germania, Francia, Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Giappone
5 posti: Svizzera, Spagna, Canada, Russia, Gran Bretagna
4 posti: Kazakistan, Nuova Zelanda, Eritrea, Australia, Irlanda
2 posti: tutte le altre nazioni che volessero partecipare

Inoltre, l’eritreo Biniam Hailu (campione africano in carica), l’argentino Augustín Del Negro (campione panamericano in carica) e l’australiano Carter Turnbull (campione oceanico in carica) hanno una quota personale che si somma a quella dei rispettivi paesi. Nel caso non gareggiassero, tale quota non può passare ad un connazionale.

Prova in linea juniores femminile
5 posti: Paesi Bassi, Gran Bretagna, Francia, Belgio, Svezia
4 posti: tutte le altre nazioni che volessero partecipare

Inoltre, l’eritrea Desiet Tekeste (campionessa africana in carica), l’ecuadoriana Ariadna Herrera (campionessa panamericana in carica), la vietnamita Vivien Chiu (campionessa asiatica in carica), la russa Aigul Gareeva (campionessa europea in carica) e l’australiana Sarah Gigante (campionessa oceanica in carica) hanno una quota personale che si somma a quella dei rispettivi paesi. Nel caso non gareggiassero, tale quota non può passare ad una connazionale.

Prove a cronometro
In ogni categoria, ciascuna nazione ha a disposizione 2 posti. Inoltre i campioni del mondo uscenti e i campioni continentali in carica hanno un posto nominale loro assegnato. Questi i loro nomi

Élite maschile: Tom Dumoulin (Paesi Bassi), Mekseb Debesay (Eritrea), Walter Vargas (Colombia), Cheung King Lok (Hong Kong), Victor Campenaerts (Belgio), Hamish Bond (Nuova Zelanda)
Élite femminile: Annemiek van Vleuten (Paesi Bassi), Mossana Debesay (Eritrea), Amber Neben (Stati Uniti), Jumi Lee (Corea del Sud), Ellen van Djik (Paesi Bassi), Grace Brown (Australia)
Under 23 maschile: Mikkel Bjerg (Danimarca), Diego Ferreyra (Cile), Shi Hang (Cina), Edoardo Affini (Italia), Jake Marryatt (Nuova Zelanda)
Juniores maschile: Biniam Hailu (Eritrea), Juan Antonio Salazar (Argentina), Daniil Pronskiy (Kazakistan), Remco Evenepoel (Belgio), Lucas Plapp (Australia)
Juniores femminile: Desiet Tekeste (Eritrea), Abigail Sarabia (Bolivia), Marina Kurnossova (Kazakistan), Vittoria Guazzini (Italia), Anya Louw (Australia)

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile