Il quartetto azzurro in azione © UCI
Il quartetto azzurro in azione © UCI

Coppa del Mondo su Pista a Milton, argento per il quartetto donne

La prima giornata di finali della prova di Coppa del Mondo su Pista al velodromo canadese di Milton ha visto l’Italia salire ancora una volta sul podio con il quartetto femminile dell’Inseguimento a Squadre. Seconde in qualificazione, Elisa Balsamo, Marta Cavalli, Simona Frapporti e Silvia Valsecchi hanno battuto la Nuova Zelanda in una sfida equilibratissima risoltasi per appena due decimi a favore delle azzurre che poi in finale hanno perso il duello contro la Gran Bretagna di Laura Kenny, Katie Archibald, Elinor Barker ed Eleanor Dickinson. La Nuova Zelanda si è poi riscattata vincendo il bronzo contro la Germania.

L’Inseguimento a Squadre maschile invece aveva visto uscire gli azzurri già in qualificazione con il nono tempo e alla fine è stata la Danimarca a volare verso la vittoria: ottimi tempi quelli di Casper von Folsach, Lasse Norman Hansen, Julius Johansen e Rasmus Pedersen che in finale hanno avuto la meglio sul Huub Wattbike Test Team con Gran Bretagna terza e Francia quarta.

Ieri si sono disputate anche le finali dello Scratch, sia maschile che femminile: poca gloria per gli azzurri in gara con Michele Scartezzini che ha chiuso quindicesimo, sedicesima invece si è piazzata la specialista della prova Rachele Barbieri. Tra gli uomini la vittoria è andata all’ucraino Vitaly Hryniv, capace di guadagnare un giro su tutti i rivali: Oliver Wood (Gran Bretagna) e Christos Volikakis (Grecia) hanno completato il podio. In campo femminile sorride la russa Alexandra Goncharova che ha preceduto la lituana Olivija Baleisyte e la forte statunitense Jennifer Valente.

Nella serata canadese c’è stato spazio anche per la Velocità a Squadre, anche in questo caso per entrambi i sessi. Tra gli uomini è stato un dominio assoluto dei Paesi Bassi: la nazionale composta da Nils van’t Hoenderdaal, Harrie Lavreysen e Jeffrey Hoogland (sostituito da Sam Ligtlee in qualificazione) ha battuto il terzetto di connazionali del Beat Cycling Club formato da Roy van den Berg, Theo Bos e Matthijs Buchli. Cresce la Gran Bretagna che si è presa il bronzo ai danni della Nuova Zelanda.

La Velocità a Squadre femminile vittoria netta dell’Australia di Stephanie Morton e Kaarle McCulloch che sono state le più veloci in tutte e tre i turni di gara. Argento alla Germania con Miriam Welte affiancata da Emma Hinze dopo che Pauline Sophie Grabosch non ha brillato in qualificazione. Beffa per la Russia che è rimasta fuori dalla finale per appena 3 millesimi di secondo e si è dovuta accontentare del terzo posto finale; in gara c’erano anche le azzurre Gloria Manzoni e Miriam Vece, eliminate in qualificazione con il sedicesimo tempo davanti solo alla Malesia.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile