L'arrivo della quinta tappa della Vuelta a Michoacán © Federación Mexicana de Ciclismo
L'arrivo della quinta tappa della Vuelta a Michoacán © Federación Mexicana de Ciclismo

Altra fuga bidone alla Vuelta a Michoacán: tappa a Sánchez, maglia a Paredes

Non si può rimanere tranquilli un momento alla Vuelta a Michoacán: dopo la fuga bidone della terza tappa oggi, in occasione della quinta frazione, la medesima situazione si è ripetuta e con un margine per i battistrada ancora maggiore. Due squadre hanno fatto ferro e fuoco nella Uruapan-Zamora di 188 km, facendo evadere in un caso due corridori e nell’altro tre.

Le formazioni sono rispettivamente la messicana Canel’s Specialized e la colombiana Medellin. Ad avere la meglio nello sprint finale è stata la compagine padrone di casa grazie a Óscar Sánchez. Il trentatreenne colombiano della Canel’s ha preceduto il connazionale Robinson Chalapud (Medellin), il costaricano Román Villalobos (Canel’s) e la coppia colombiana della Medellin formata da Cristián Montoya e Nicolas Paredes.

Il terzetto composto dall’eterno spagnolo Óscar Sevilla (Medellin) e dai messicani Orlando Garibay (Tennis Stars) e Ignacio Prado (Canel’s Specialized) ha pagato 13’41” mentre il gruppo dell’ex leader Luis Álvarez ha patito un ritardo addirittura di 16’38”.

Rivoluzionata, così, la classifica generale: la nuova maglia gialla è Nicolas Paredes e vanta 3’17” su Román Villalobos, 8’15” su Óscar Sánchez, 8’19” su Chalapud e distacchi ancora superiori per tutti gli altri. Domani la tappa conclusiva della interessante manifestazione messicana, la Zamora-Morelia di 150.7 km.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile