Un momento di gara della Sei Giorni delle Rose © Sei Giorni delle Rose
Un momento di gara della Sei Giorni delle Rose © Sei Giorni delle Rose

Sei Giorni delle Rose, dopo la quarta giornata Plebani e Scartezzini allungano in vetta

Appuntamento pomeridiano ieri a Fiorenzuola d’Arda per la quarta giornata di gare della Sei Giorni delle Rose. In programma quattro prove, ossia lo scratch e l’eliminazione riservati a ciascun componente delle coppie. Lo scratch dei numeri rossi è stato vinto dallo svizzero Alex Vogel, mentre quello dei neri se lo è aggiudicato il greco Christos Volikakis; l’eliminazione dei numeri rossi è andata al cileno Felipe Peñaloza, quella dei neri all’ucraino Vitaly Hryniv.

La classifica generale vede il deciso allungo di Davide Plebani e Michele Scartezzini: gli azzurri guidano con 71 punti e sono inseguiti dagli ucraini Gladysh e Hryniv, fermi a 31 punti. Alle spalle delle uniche due coppie a giri pieni, la battaglia è serrata: i fratelli greci Volikakis sono terzi con 70 punti e un giro di ritardo, inseguiti a quota 51 e un giro di ritardo sia dai cileni Cabrera e Peñaloza che dagli italiani Bertazzo e Lamon.

Per quanto riguarda le gare relative alla classe 1 UCI, successo con 32 punti dei francesi Donovan Grondin e Benjamin Thomas nella madison, davanti ai campioni italiani Francesco Lamon e Michele Scartezzini (27) e ai neozelandesi Aaron Gate e Campbell Stewart (14). In campo femminile invece, l’uzbeka Olga Zabelinskaya ha bissato il successo ottenuto un anno fa nella corsa a punti raccogliendone 42, davanti all’ucraina Yulia Beriukova (29) e alla blasonata britannica Laura Kenny (22).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile