Dries De Bondt si impone alla Halle Ingooigem © Halle Ingooigem
Dries De Bondt si impone alla Halle Ingooigem © Halle Ingooigem

Halle Ingooigem, una caduta all’ultimo km lancia Dries De Bondt al successo

L’edizione 2019 della Halle Ingooigem non si è risolta con una volata. Quando mancavano circa 800 metri al termine dei 200.9 km di gara si è verificata una caduta: il corridore della Corendon-Circus che si trovava in testa al gruppo si sposta a sinistra non accorgendosi del sopraggiungere del treno della Deceuninck-Quick Step. L’impatto è inevitabile e i due vanno a terra, mentre altri elementi, per evitarli, rallentano o finiscono fuori strada.

Chi coglie l’attimo è Dries De Bondt che, appena preso il cambio dal compagno di squadra, si trova strada libera davanti e nessuno alle calcagna: il belga della Corendon-Circus inizia così un assolo che viene concluso solo all’arrivo, tagliato a braccia alzate. È il terzo successo in carriera per il ventisettenne belga e, casualmente, uno dei precedenti due è proprio la Halle Ingooigem edizione 2016.

Conclude secondo il neerlandese Piotr Havik (BEAT Cycling Club), che invano ha cercato di riportarsi sotto. La volata dei superstiti viene vinta da Philippe Gilbert (Deceuninck-Quick Step) che, nel giorno in cui viene ufficializzata la sua assenza al Tour de France, dimostra comunque una buona gamba.

Completano la top ten Hugo Hofstetter (Cofidis, Solutions Credits), Boris Vallée (Wanty-Gobert), Lionel Taminiaux (Wallonie Bruxelles), Jonas Koch (CCC Team), Piet Allegaert (Sport Vlaanderen-Baloise), Michael Freiberg (Pro Racing Sunshine Coast Team) e Kelland O’Brien /Pro Racing Sunshine Coast Team).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile