La Bahrain-Merida punta su Bauhaus, Padun e Teuns per la Vuelta a España

L’incidente di cui è stato vittima Domenico Pozzovivo ha privato la Bahrain-Merida del suo capitano per l’imminente Vuelta a España e così la formazione guidata in ammiraglia da Vladimir Miholjević e Rik Verbrugghe ha dovuto rivedere in parte le proprie strategie. Nella corsa spagnola a tenere un occhio sulla classifica generale, per la prima volta in carriera, sarà l’ucraino Mark Padun, 23enne alla sua partecipazione alla Vuelta e che a fine luglio ha vinto la Adriatica Ionica Race: per le frazioni impegnative attenzione anche al belga Dylan Teuns che ha vinto la tappa di La Planche des Belles Filles all’ultimo Tour de France. Hermann Pernsteiner e Domen Novak dovrebbero svolgere un ruolo di supporto sulle salite.

Per quanto riguarda gli arrivi in volata, il corridore di riferimento sarà il 25enne tedesco Phil Bauhaus che quest’anno ha vinto il Criterium del Corso di Mestre che ha anticipato la Adriatica Ionica Race: come uomini in appoggio avrà l’australiano Heinrich Haussler, lo sloveno Luka Pibernik ed il giapponese Yukiya Arashiro.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio




Versione stampabile