Battistella premiato con l'iride © Epa/ Nigel Roddis
Battistella premiato con l'iride © Epa/ Nigel Roddis

Colpo di scena al mondiale under 23: squalificato Eekhoff per traino, oro a Battistella!

Incredibile e inaspettato colpo di scena per i mondiale under 23 ad Harrogate, al termine di una gara già emozionante di suo: la prova, vinta su strada dall’olandese Nils Eekhoff, è stata poi assegnata all’azzurro Samuele Battistella, secondo all’arrivo, a causa di un traino prolungato (non ravvisato dalle immagini televisive, ma probabilmente “scoperto” grazie ai dati GPS) effettuato dall’olandese dopo una rovinosa caduta, a 128 km dal traguardo, che gli aveva fatto perdere più di un minuto dalla testa della corsa.

Tornando alla cronaca, la gara si è accesa prima dell’ingresso nel circuito, con i ventagli a 50 km dal termine che hanno messo in difficoltà la formazione azzurra: davanti il solo Battistella, il capitano Alberto Dainese è fuori dai giochi anche a causa di una foratura. Nei due giri del circuito finale si va a definire la situazione di gara, e dal gruppo di testa di una ventina di unità viene fuori l’azione decisiva: su Syzmon Sajnok (Polonia) e Idar Andersen (Norvegia), partiti a President Street a 25 km dall’arrivo, si riportano Samuele Battistella, Tom Pidcock (Gran Bretagna), Tobias Foss (Norvegia) e Stefan Bissegger (Svizzera) sull’altro strappo di Oak Street a 19 km dall’arrivo.

L’azione prende corpo, pur perdendo per strada Andersen (a causa di un problema meccanico all’inizio dell’ultimo giro), e Sajnok a 6 km dal termine. Altro colpo di scena nei chilometri finali, coi 4 al comando che si controllano troppo e Sergio Higuita (Colombia), Niels Eekhoff (Olanda) e Andreas Kron (Danimarca) che riescono a rientrare all’ultimo chilometro. E sarà proprio uno di loro, Eekhoff, ad azzeccare la volata vincente su Battistella, partito in ritardo. Poi Bissigger, Pidcock, Higuita, Kron e Foss. E infine, l’esito ribaltato dalla giuria dopo mezz’ora.

L’Italia torna dunque campione del mondo, a 17 anni di distanza da Francesco Chicchi: argento a Bissgger e bronzo al locale Pidcock.

A seguire l’articolo completo

 

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile