Álvaro Hodeg © Getty Images
Álvaro Hodeg © Getty Images

Tour de l’Eurométropole, fratture multiple per Álvaro Hodeg

Trovarsi nel 2019 e dover ancora parlare dei cadute causate dalle transenne è alquanto antistorico; eppure l’UCI, sempre intenta a nuove diavolerie come la misurazione dei calzini, è sempre rimasta silente su questo tema centrale per la sicurezza degli atleti che, ovviamente, sono sempre più arrabbiati per questo.

Oggi è stata la volta del Tour de l’Eurométropole, il cui rettilineo finale era delimitato da transenne modello antico, ossia quelle con i piedini pericolosamente esposti e non con le più moderne transenne con i piedini a scomparsa, adottate nella buona parte delle prove. Inevitabilmente nella corsa belga si è assistito ad una caduta pericolosissima che ha provocato fratture multiple a chi è entrato in contatto con le strutture.

Si tratta di Álvaro Hodeg che, invece di andare a conquistare l’ipotetica ottava affermazione stagionale, ha concluso la sua annata in ambulanza. Trasportato rapidamente al nosocomio più vicino, al colombiano della Deceuninck-Quick Step sono state riscontrate la frattura dell’avambraccio sinistro, la frattura della spalla destra e la frattura di due costole. Il velocista, che rimarrà in osservazione in ospedale per escludere un trauma cranico e, considerata la caduta, è in condizioni accettabili, già domani verrà sottoposto ad operazione per sistemare la spalla infortunata.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile