Un sorridente e infangato Laurens Sweeck © Belga
Un sorridente e infangato Laurens Sweeck © Belga

GP Pelt, per il quarto anno di fila la vittoria nel fango è per Laurens Sweeck

Se ieri a Meulebeke il sole aveva scaldato protagonisti e tifosi, quest’oggi a Pelt il tempo è stato totalmente differente, per il primo, vero cross fangoso della stagione. Il teatro, come detto, è stata la città belga che dà il nome al GP Pelt, prova inaugurale della Rectavit Series, nuova denominazione delle Soudal Classics.

Tra gli uomini la sfida è stata decisamente aperta e si è decisa solo con un’azione nel penultimo giro; a proporla è Laurens Sweeck, riuscito poi a mantenere un margine risicato ma sufficiente sino al traguardo. Per il ventiseienne della Pauwels Sauzen-Bingoal si tratta ormai di una piacevole usanza, dato che è il quarto anno consecutivo che conquista questa prova. Seconda piazza a 8″ per Quinten Hermans (Telenet Baloise Lions) mentre completa il podio a 25″ un ritrovato Lars van der Haar (Telenet Baloise Lions).

Ben diverso, invece, l’andamento della gara femminile: se ieri le era servito lo sprint, oggi Ceylin del Carmen Alvarado si è imposta al termine di una prova dominata. La ventunenne della Corendon-Circus ha distanziato di 26″ Yara Kastelijn e di 1’04” la sorprendente diciassettenne Shirin van Anrooij, protagonista la settimana scorsa al Mondiale su strada tra le juniores. Undicesima piazza a 2’24” per l’unica azzurra al via, la lombarda Alice Maria Arzuffi.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile