Il parco macchine della Work Service Dynatek Vega © Work Service Dynatek Vega
Il parco macchine della Work Service Dynatek Vega © Work Service Dynatek Vega

Definita la rosa della Work Service Dynatek Vega con 16 corridori

Dopo l’annuncio di qualche giorno con la conferma dei tre capitani, ossia Federico Burchio, Antonio Santoro e Paolo Totò, la Work Service Dynatek Vega, nuova realtà del panorama Continental, ha comunicato l’identità degli altri tredici elementi che vanno a comporre l’organico di sedici atleti del 2020.

Agli ordini dei direttori sportivi Biagio Conte e Emilio Mistichelli sono stati confermati rispetto all’esperienza under 23 i ventenni Davide Adamo e Mattia Saccon nonché il diciannovenne Marco Viero. Dalla Biesse Carrera giunge il ventitreenne Raul Colombo mentre il coetaneo Dario Puccioni proviene dalla Sangemini Trevigiani; l’altro classe ’96 è Matteo Rotondi, che torna in formazioni UCI dopo l’ultimo anno al Team Cinelli.

Presenti inoltre il ventiduenne Francesco Zandri, ex Maltinti Lampadari, il ventunenne Nicolas Coppolino visto in azione con la Guerciotti al pari del diciannovenne Mattia Toni, il ventenne Andrea Ghislanzoni che giunge dalla Bevilacqua Sport. Sono due, infine, i promossi dagli juniores, ossia i diciottenni Patrick Mentil e Michael Zecchin. Completa la rosa, infine, l’unico straniero, il ventunenne colombiano Adrián Vargas, reduce da un 2019 con la EPM ma già esperto di cose italiane in virtù dell’esperienza con la Trevigiani.

Il calendario si sta delineando e non è affatto male: il debutto avverrà già a fine gennaio con la partecipazione alle quattro gare della Challenge Mallorca mentre l’esordio in Italia sarà domenica 16 febbraio al Trofeo Laigueglia.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile