Jordan Levasseur e Lorrenzo Manzin, francesi felici alla conclusione de La Tropicale Amissa Bongo © Twitter
Jordan Levasseur e Lorrenzo Manzin, francesi felici alla conclusione de La Tropicale Amissa Bongo © Twitter

Ribaltone a La Tropicale Amissa Bongo: ultima tappa a Manzin, la generale a Levasseur per 1″

La settima e ultima tappa de La Tropicale Amissa Bongo, la Owendo-Libreville di 128 km, è stata particolarmente animata soprattutto nella fase conclusiva. Tuttavia è servita la volata per determinare l’identità del vincitore di giornata: nella trentina scarsa di atleti presenti nel plotone principale, il migliore è stato Lorrenzo Manzin, che coglie il primo centro con la casacca della Total Direct Energie.

Il francese ha regolato l’algerino Youcef Reguigui (Algeria), il veronese Riccardo Minali (Nippo Delko Provence), il francese Emmanuel Morin (Cofidis), il sudafricano Jayde Julius (ProTouch), gli eritrei Biniyam Ghirmay (Nippo Delko Provence), Natnael Tesfazion (Eritrea) e Henok Mulueberhan (Eritrea), il sudafricano Gustav Basson (ProTouch) e il francese Jordan Levasseur (Natura4Ever Roubaix Lille Métropole).

Proprio costui, al mattino secondo nella generale con 1″ di ritardo, ha conquistato l’ultimo sprint intermedio, ottenendo quegli abbuoni che gli hanno consentito di issarsi in vetta alla generale, centrando la principale affermazione della propria carriera. A venire beffato dal ventiquattrenne è stato l’eritreo Natnael Tesfazion, che conclude dunque secondo a 1″, mentre Emmanuele Morin è terzo a 4″.

La graduatoria vede poi tra i migliori dieci Youcef Reguigui a 6″, Henok Mulueberhan a 11″, il francese Jérémy Cabot (Total Direct Energie) e il cileno Carlos Oyarzun (Bai Sicasal Petro de Luanda), il francese Damien Gaudin (Total Direct Energie) a 20″, l’algerino Azzedine Lagab (Algeria) a 24″ e il lituano Ramunas Navardauskas (Nippo Delko Provence) a 27″.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile