Un momento dell'Omnium femminile © UCI
Un momento dell'Omnium femminile © UCI

Omnium Mondiale, ruzzolone Scratch: Trott e Wild già molto indietro, Paternoster quinta

Inizia con un brutto botto la terza giornata di gare ai Mondiali su Pista di Berlino 2020: lo Scratch dell’Omnium femminile ha visto infatti una spettacolare caduta a un giro dal termine, coinvolte diverse atlete ovvero Laura Trott, Yareli Salazar, Allison Beveridge, Rinata Sultanova e Ting Ying Huang.

La volata della gara l’ha vinta Yumi Kajihara su Kirsten Wild e Jennifer Valente, ma poi l’olandese è stata relegata per aver causato il ruzzolone con una manovra improvvida, per cui tutte scalano di una posizione alle spalle della giapponese: la francese Clara Copponi è terza, la portoghese Maria Martins quarta, e Letizia Paternoster quinta. Con cinismo va notato come un paio di superfavorite come la Trott e la Wild si trovino gravemente attardate dopo questa prima prova: Kajihara ha 40 punti, Valente 38, Copponi 36, Martins 34 e Paternoster 32; pausa, e Wild ha 4 punti, Trott 2. Prossima prova la Tempo Race.

Si sono quindi svolte le qualifiche del Chilometro maschile e i francesi hanno fatto la voce grossa con Quentin Lafargue primo e Mickael D’Almeida terzo, inframezzati dall’olandese Sam Ligtlee. Solo loro tre sono rimasti sotto il minuto (59″324 il tempo di Lafargue); passano il turno anche il canadese De Haitre, l’olandese Bos, il tedesco Dornbach, il malese Mohd Zonis e il neozelandese Kergozou. Solo 13esimo Francesco Lamon, e solo 21esimo Francesco Ceci, entrambi eliminati con tempi trascurabili.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile