Chris Froome da solo sul Colle delle Finestre © Getty Images
Chris Froome da solo sul Colle delle Finestre © Getty Images

La Israel StartUp Nation annuncia l’ingaggio di Chris Froome “fino al termine della sua carriera”

Dopo svariate settimane di voci e indiscrezioni, oggi la telenovela su uno dei principali colpi di ciclomercato in vista della stagione 2021 si è finalmente concluso: questa mattina è arrivato prima l’annuncio del Team Ineos sul mancato rinnovo di contratto di Chris Froome, ma nel giro di poco più di un’ora è arrivato anche il comunicato ufficiale della Israel StartUp che annunciava di aver messo sotto contratto il grande campione britannico “fino al termine della sua illustre carriera”. L’accordo tra le parti è già stato raggiunto, ma la firma sul contratto avverrà il 1° agosto rispettando i regolamenti dell’UCI.

Chris Froome si è detto emozionato da questa nuova sfida che lo porterà a cambiare dopo undici stagioni consecutive nella stessa squadra: il vincitore di quattro Tour de France è infatti uno dei tre corridori che hanno sempre fatto parte del Team Sky, oggi Team Ineos, fin dalla sua fondazione nel 2010. Con il passaggio alla Israel dal 2021, Froome verosimilmente troverà quel ruolo da capitano unico che la Ineos non poteva più garantirgli.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile