Van Vleuten esulta per l'ennesimo successo © Mitchelton-Scott
Van Vleuten esulta per l'ennesimo successo © Mitchelton-Scott

Longo Borghini attacca alla Clasica Femenina Navarra, ma vince ancora Van Vleuten

Dopo il caos iniziale di ieri legato al protocollo UCI contro il Covid-19, oggi la Clasica Femenina Navarra si è disputata senza intoppi con 24 squadre e 143 atlete al via. In programma c’era un tracciato di 122.9 chilometri con partenza e arrivo a Pamplona, ma soprattutto un considerevole numero di strappi e veri e propri muri come è tipico della zona: e infatti dopo una fuga iniziale di Minke Bakker e Clara Copponi, a metà percorso è esploso il gruppo principale.

Ad aprire le ostilità al chilometro 62 è stata Elisa Longo Borghini che è stata subito raggiunta al comando da Annemiek van Vleuten e questa coppia ha fatto il vuoto alle proprie spalle. La piemontese della Trek-Segafredo è stata sfortunata per una foratura, ma ha appena fatto in tempo a rientrare che dopo pochi chilometri, quando ne mancavano 22 all’arrivo, la campionessa del mondo ha accelerato in un tratto di salita rimanendo da sola in testa. Nel finale non c’è stata storia e Annemiek van Vleuten (Mitchelton-Scott) è andata a cogliere la seconda vittoria in due giorni, e la terza in tre gare disputate nel 2020 (c’era stato l’Omloop het Nieuwsblad a febbraio).

Elisa Longo Borghini è arrivata al traguardo in seconda posizione, staccata di 1’14” ma comunque con un margine di sicurezza sul gruppo inseguitore. Da segnalare anche la buona presenza di atlete italiane nel plotoncino giunto a 2’06” che si è giocato in volata i piazzamenti tra cui il gradino restante del podio: terza è arrivata Maria Giulia Confalonieri (Ceratizi-WNT), quarta Elisa Balsamo (Valcar), settima Marta Bastianelli (Alé BTC) e ottava Elena Cecchini (Canyon).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile