Strade Bianche 2020

I percorsi

Dopo quasi cinque mesi di inattività il ciclismo sta finalmente ripartendo e subito i corridori dovranno mettersi alla prova con una delle gare più impegnative del calendario: la Strade Bianche non è certo la corsa ideale da cui riprendere, considerando tutti i grossi interrogativi sullo stato di forma dei corridori, ma in questo anno così particolare bisogna adeguarsi. Inoltre con lo spostamento in estate avremo anche il grande caldo come fattore di difficoltà aggiuntivo: domani, per di più, sono attese nella zona temperature fino a 37 gradi, non certo piacevoli.

Per quanto riguarda i percorsi, gli organizzatori di RCS Sport hanno confermato in tutto e per tutto quelli delle ultime due edizioni. La gara maschile si svolgerà su un tracciato di 184 chilometri con 11 settori e 63 chilometri di sterrato: un percorso nervoso fin dall’inizio e proprio per questo non si può indicare un punto decisivo; i favoriti dovranno essere sempre attenti nelle prime posizioni perché in ogni momento potrebbe succedere qualcosa. Oltre alla difficoltà degli sterrati, ricordiamo che per l’intera distanza ci saranno pochissimi tratti di pianura e ci saranno strappi con pendenze che arriveranno anche in doppia cifra. E poi c’è sempre lo spettacolare finale con il muro di Via Santa Caterina (16% di pendenza massima) e le insidiose curve degli ultimi metri prima di entrare in Piazza del Campo a Siena.

Tracciato un po’ più breve ma dalle identiche caratteristiche tecniche per la gara femminile. Per le donne la distanza complessiva sarà di 136 chilometri con otto settori di strada bianca tutti: per quanto visto nelle ultime edizioni, il gruppo potrebbe esplodere il quinto tratto di sterrato a San Martino in Grania e da quel momento in avanti dovrebbero restare solo le atlete più forti ed in forma a giocarsi il successo sugli strappi e sugli sterrati conclusivi, come il Colle Pinzuto e Le Tolfe.

Le altimetrie

Sabato 1/8 - Gara maschile (184 km)

Partenza: Siena ore 13.40
Arrivo: Siena ore 18.14-18.44

Sabato 1/8 - Gara femminile (136 km)

Partenza: Siena ore 11.55
Arrivo: Siena 15.46-16.15

I protagonisti

Con questa quattordicesima edizione della Strade Bianche entra nel vivo la stagione più anomala della storia del ciclismo. Tutti gli appuntamenti più prestigiosi, classiche e corse a tappe, sono infatti concentrati in appena tre mesi e mezzo che andranno vissuti tutti d’un fiato e senza poter fare molti calcoli: dietro l’angolo c’è sempre il rischio di un nuovo stop generale nel caso in cui i contagi da Covid-19 dovessero tornare a livelli preoccupanti, quindi meglio provare a far bene fin da subito visto che non possiamo sapere in che situazione ci troveremo ad ottobre.

Già di suo la Strade Bianche è una corsa molto particolare che ha pochi eguali nel calendario internazionale, poi in questa collocazione i corridori e le squadre si presenteranno al via da Siena senza avere riferimenti e termini di paragona affidabili (le corse sui rulli non lo sono) e questo non può che allungare – e non poco – la lista degli uomini da prendere in considerazione come possibili favoriti. Nonostante tutto, in tanti sono d’accordo nel mettere davanti a tutti il fenomenale Mathieu van der Poel che, grazie anche alla tecnica affinata in anni di ciclocross, sulla carta dovrebbe andare a nozze con gli sterrati senesi: certo, la Alpecin-Fenix non è uno squadrone, lui non ha mai disputato la Strade Bianche prima e forse c’è anche qualche pendenza in doppia cifra di troppo, ma ad un corridori non si possono porre dei limiti e va considerato una seria minaccia ogni volta che attacca un numero sulla schiena.

Magari Van der Poel potrebbe dare vita ad uno spettacolare duello con il suo rivale di sempre nel ciclocross Wout van Aert che a Siena si è già piazzato due volte terzo in altrettante partecipazioni e altro talento adattissimo a questa corsa. Guardando ai risultati delle passati edizioni, poi, bisogna tenere in seria considerazione Michal Kwiatkowski che qui ha già vinto due volte, il campione uscente Julian Alaphilippe che sarà spalleggiato da Zdenek Stybar che è sempre entrato nei 10 negli ultimi 5 anni, e poi ancora i belgi Philippe Gilbert e Tiesj Benoot che vantano un successo a testa in Piazza del Campo ed il loro connazionale Greg van Avermaet che per ben due volte è arrivato secondo.

Ma la lista dei candidati ad un grande risultato non finisce certo qui. Come sottovalutare infatti un corridore come Peter Sagan che al top della condizione non teme certo il muro di Via Santa Caterina? E attenzione anche alla coppia dell’Astana formata da Jakob Fuglsang e Alexey Lutsenko, a quella della NTT formata da Michael Valgren e Marc Hirschi, a quella della EF Education First che punta sul Michael Woods e sull’idolo locale Alberto Bettiol, o ancora a Dylan Teuns e Matej Mohoric entrambi della Bahrain-McLaren. Molto pericoloso è anche Maximilian Schachmann che l’anno scorso andava fortissimo prima di essere fermato dai problemi meccanici, e vi consigliamo di tenere d’occhio anche lo svizzero Stefan Küng ed i nostri Diego Rosa e Gianni Moscon.

Chiudiamo la panoramica sui favoriti della gara maschile con due corridori che hanno 14 anni di differenza uno con l’altro, ma che sono molto più vicini per talento a disposizione. Vincenzo Nibali ci ha insegnato nel corso degli anni che una zampata la può lasciare in ogni occasione, anche quando meno lo si aspetta: è vero che punta al Giro, ma in questo intenso agosto italiano siamo sicuri che proverà a farsi vedere; e se non sarà lui, magari saranno Giulio Ciccone o Gianluca Brambilla. L’altro nome che stuzzica la fantasia è quello del giovane sloveno Tadej Pogacar che è un’altra di quelle nuove leve capaci di sorprendere un po’ di più ad ogni gara disputata: alla Strade Bianche avrà al suo fianco uno squadrone con Davide Formolo, Rui Costa e Diego Ulissi, chissà che non stupisca.

Parlando della gara femminile invece, secondo evento del 2020 del Women’s World Tour, tutto fa pensare ad un bis di Annemiek van Vleuten che l’anno scorso s’impose per distacco: la neerlandese della Mitchelton-Scott è ripartita con tre vittorie nelle tre gare disputate in Spagna, sempre arrivando da sola al traguardo contro rivali di buon livello. Chi può provare a renderle la vita un po’ più dura? Sicuramente le sue connazionali Anna van der Breggen, Marianne Vos e Demi Vollering, la sudafricana Ashleigh Moolman, la polacca Katarzyna Niewiadoma, la danese Cecilie Uttrup Ludwig e la tedesca Liane Lippert, ma anche un’interessante pattuglia italiana che può contare su Elisa Longo Borghini, Soraya Paladin, Marta Bastianelli, Elena Cecchini, Erica Magnaldi e Marta Cavalli.

La lista iscritti maschile

Deceuninck - QuickStep
1 Alaphilippe, Julian
2 Asgreen, Kasper
3 Ballerini, Davide
4 Honore, Mikkel
5 Jungels, Bob
6 Serry, Pieter
7 Stybar, Zdenek
AG2R La Mondiale
11 Duval, Julien
12 Godon, Dorian
13 Naesen, Lawrence
14 Naesen, Oliver
15 Vendrame, Andrea
16 Warbasse, Lawrence
Alpecin - Fenix
21 Van der Poel, Mathieu
22 De Tier, Floris
23 Sbaragli, Kristian
24 Thwaites, Scott
25 Vakoc, Petr
26 Vermeersch, Gianni
27 Walsleben, Philip
Androni - Sidermec
31 Bagioli, Nicola
32 Frapporti, Mattia
33 Gabburo, Davide
34 Pellaud, Simon
35 Ravanelli, Simone
36 Rumac, Josip
37 Viel, Mattia
Astana Pro Team
41 Lutsenko, Alexey
42 Boaro, Manuele
43 Felline, Fabio
44 Fuglsang, Jakob
45 Houle, Hugo
46 Izagirre, Gorka
47 Izagirre, Ion
B&B Hotels - Vital Concept
51 Chevalier, Maxime
52 Courteille, Arnaud
53 Gautier, Cyril
54 Le Bon, Johan
55 Pacher, Quentin
56 Schönberger, Sebastian
57 Slagter, Tom-Jelte
Bahrain - McLaren
61 Teuns, Dylan
62 Bole, Grega
63 Garcia Cortina, Ivan
64 Mohoric, Matej
65 Novak, Domen
66 Tratnik, Jan
67 Wright, Fred
Bardiani - CSF - Faizanè
71 Albanese, Vincenzo
72 Dalla Valle, Nicolas
73 Filosi, Iuri
74 Fiorelli, Filippo
75 Mazzucco, Fabio
76 Pessot, Alessandro
77 Tonelli, Alessandro
Bora - Hansgrohe
81 Sagan, Peter
82 Benedetti, Cesare
83 Burghardt, Marcus
84 Gatto, Oscar
85 Mühlberger, Gregor
86 Oss, Daniel
87 Schachmann, Maximilian
CCC Team
91 Van Avermaet, Greg
92 De Marchi, Alessandro
93 Geschke, Simon
94 Koch, Jonas
95 Schär, Michael
96 Van Hoecke, Gijs
97 Van Hooydonck, Nathan
Circus - Wanty Gobert
101 Hermans, Quinten
102 Doubey, Fabien
103 Dupont, Timothy
104 Meurisse, Xandro
105 Van Kessel, Corne
106 Vanspeybrouck, Pieter
107 Vliegen, Loic
EF Pro Cycling
111 Bennett, Sean
112 Bettiol, Alberto
113 Clarke, Simon
114 Craddock, Lawson
115 Docker, Mitchell
116 Cort, Magnus
117 Woods, Michael
Groupama - FDJ
121 Küng, Stefan
122 Delage, Mickaël
123 Geniets, Kevin
124 Guglielmi, Simon
125 Le Gac, Olivier
126 Sarreau, Marc
127 Vincent, Léo
Israel StartUp Nation
131 Neilands, Krists
132 Boivin, Guillaume
133 Cataford, Alexander
134 Dowsett, Alex
135 Hollenstein, Reto
136 Vahtra, Norman
Lotto Soudal
141 Gilbert, Philippe
142 De Buyst, Jasper
143 Goossens, Kobe
144 Holmes, Matthew
145 Oldani, Stefano
146 Van der Sande, Tosh
147 Vermeersch, Florian
Mitchelton - Scott
151 Affini, Edoardo
152 Bauer, Jack
153 Bewley, Sam
154 Bookwalter, Brent
155 Durbridge, Luke
156 Konychev, Alexander
157 Stannard, Robert
Movistar Team
161 Cataldo, Dario
162 Carretero, Hector
163 Hollmann, Juri
164 Jacobs, Johan
165 Rubio, Einer
166 Sepulveda, Eduardo
167 Villella, Davide
NTT Pro Cycling Team
171 Battistella, Samuele
172 Boasson Hagen, Edvald
173 Gogl, Michael
174 Valgren, Michael
175 Kreuziger, Roman
176 Sobrero, Matteo
177 Tiller, Rasmus
Team Arkéa - Samsic
181 Rosa, Diego
182 Bonnamour, Franck
183 Declercq, Benjamin
184 Delaplace, Anthony
185 Hardy, Romain
186 Russo, Clément
187 Vachon, Florian
Team Ineos
191 Doull, Owain
192 Kwiatkowski, Michal
193 Moscon, Gianni
194 Narvaez, Jhonnatan
195 Puccio, Salvatore
196 Rowe, Luke
197 Swift, Ben
Team Jumbo - Visma
201 Van Aert, Wout
202 Bouwman, Koen
203 Jansen, Amund Grøndahl
204 Lindeman, Bert-Jan
205 Martens, Paul
206 Tolhoek, Antwan
207 Wynants, Maarten
Team Sunweb
211 Benoot, Tiesj
212 Arndt, Nikias
213 Hirschi, Marc
214 Andersen, Søren Kragh
215 Nieuwenhuis, Joris
216 Roche, Nicolas
217 Sütterlin, Jasha
Trek -Segafredo
221 Nibali, Vincenzo
222 Brambilla, Gianluca
223 Ciccone, Giulio
224 Conci, Nicola
225 Nibali, Antonio
226 Skujins, Toms
227 Weening, Pieter
UAE Team Emirates
231 Pogacar, Tadej
232 Conti, Valerio
233 Costa, Rui
234 Formolo, Davide
235 Polanc, Jan
236 Riabushenko, Alexandr
237 Ulissi, Diego

La corsa in tv

La corsa maschile verrà trasmessa in diretta da Rai2 e Eurosport, la corsa femminile in diretta su RaiSport e su Eurosport Player, con differita in tv nella mattina di domenica. Gli orari di trasmissione sono rintracciabili nella guida tv di Cicloweb.it.

Albo d’oro

2019Julian Alaphilippe (FRA)Jakob Fuglsang (DAN)Wout Van Aert (BEL)
2018Tiesj Benoot (BEL)Romain Bardet (FRA)Wout Van Aert (BEL)
2017Michal Kwiatkowski (POL)Greg Van Avermaet (BEL)Tim Wellens (BEL)
2016Fabian Cancellara (SVI)Zdenek Štybar (CEC)Gianluca Brambilla (ITA)
2015Zdenek Štybar (CEC)Greg Van Avermaet (BEL)Alejandro Valverde (SPA)
2014Michal Kwiatkowski (POL)Peter Sagan (SVC)Alejandro Valverde (SPA)
2013Moreno Moser (ITA)Peter Sagan (SVC)Rinaldo Nocentini (ITA)
2012Fabian Cancellara (SVI)Maksim Iglinskij (KAZ)Oscar Gatto (ITA)
2011Philippe Gilbert (BEL)Alessandro Ballan (ITA)Damiano Cunego (ITA)
2010Maksim Iglinskij (KAZ)Thomas Lövkvist (SVE)Michael Rogers (AUS)
2009Thomas Lövkvist (SVE)Fabian Wegmann (GER)Martin Elmiger (SVI)
2008Fabian Cancellara (SVI)Alessandro Ballan (ITA)Linus Gerdemann (GER)
2007Aleksandr Kolobnev (RUS)Marcus Ljungqvist (SVE)Mychajlo Chalilov (UCR)

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile