Richard Carapaz dopo la caduta al Tour de Pologne © Team Ineos
Richard Carapaz dopo la caduta al Tour de Pologne © Team Ineos

Il dolore si fa sentire, Carapaz non parte oggi in Polonia. Spalla lussata per Stannard

A circa 70 km dal traguardo nella tappa di ieri al Tour de Pologne, Richard Carapaz è stato coinvolto in una caduta. Subito ripartito nonostante evidenti escoriazioni, l’ecuadoriano è riuscito a concludere la tappa, non potendo però provare a difendere la maglia gialla dall’assalto dello scatenato Remco Evenepoel.

Tuttavia il detentore del Giro d’Italia oggi non prenderà il via nella frazione conclusiva della prova polacca per precauzione, privilegiando i prossimi appuntamenti a cominciare da Il Lombardia. Il medico del Team Ineos Alistair Park motiva così la decisione: «Richard ha diverse sbucciature e prova dolore muscolare, in particolar modo attorno al lato destro dell’addome e sul fianco destro». Nella medesima caduta è finito a terra un altro elemento del sodalizio britannico, ossia Ian Stannard: per l’esperto passista il bilancio è peggiore, dato che ha riportato la lussazione della spalla destra.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile